Leverkusen: dopo l'esplosione, lo spettro della diossina

L'impianto di smaltimento di rifiuti a Leverkusen, dopo l'esplosione avvenuta nella mattinata di maredì 27 luglio
L'impianto di smaltimento di rifiuti a Leverkusen, dopo l'esplosione avvenuta nella mattinata di maredì 27 luglio Diritti d'autore ROBERTO PFEIL/AFP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Spettro diossina a Leverkusen. L'agenzia per l'ambiente locale, dopo l'esplosione nell'impianto Bayer: "Presumiamo sia stata liberata nell'aria. Il rischio dipende però dalla concentrazione che ancora non conosciamo". Le autorità locali: "No a frutta e verdura degli orti. Chiusi parchi e aree per ba

PUBBLICITÀ

"Rischio diossina, ma tutto dipende dalla concentrazione"

Dopo lo shock , il timore dell'inquinamento atmosferico. Diossina e inquinanti persistenti della famiglia dei PCB sarebbero stati liberati dall'esplosione, avvenuta martedì nell'impianto di smaltimento di rifiuti di Leverkusen. Il sospetto è dell'Agenzia per l'ambiente del Nordreno Vesfalia, che fa sapere di "presumere" un tale scenario. "La pericolosità - fa però sapere - dipende dal tasso di concentrazione: un dato di cui al momento non disponiamo". 

L'agenzia per l'ambiente del Nordreno Vestfalia suppone al momento che i fumi dell'esplosione avvenuta all'impianto di smaltimento dei rifiuti di Leverkusen abbiano liberato nell'aria e lasciato tracce di diossina, PCB e composti di furano nell'area abitata circostante
DPA, Deutsche Presse Agentur
Agenzia di stampa tedesca

Stop a frutta e verdura degli orti, chiusi i parchi per bambini

La stessa agenzia precisa però inoltre come tali particelle restino di fatto "attaccate" alle superfici su cui si depositano. Non esistendo quindi il rischio che vengano ulteriormente sparpagliate dal vento, per evitare ogni rischio è sufficiente seguire le raccomandazioni delle autorità: non mangiare frutta e verdura degli orti, indossare i guanti se costretti a lavorare all'aria aperta ed evitare il contatto con mobili da giardino e altre superfici, su cui potrebbe essersi depositata la fuliggine liberata dall'esplosione. Restano intanto chiusi parchi pubblici e aree giochi per bambini, nelle aree circostanti.

"Ormai nessuna speranza per i dispersi"

Trentuno i feriti e due le vittime accertate ma Currenta, l'azienda che gestisce l'impianto, non confida ormai di poter ritrovare in vita le cinque persone ancora considerate disperse. L'amministrazione della città di Leverkusen ha fatto sapere che la stessa azienda provvederà a una pulizia "tempestiva" di strade, marciapiedi e altri spazi pubblici che potrebbero essere stati contaminati. Ancora incerte le cause all'origine dell'esplosione. Nell'incertezza sulle cause, la Procura di Colonia ha aperto anche un fascicolo per omicidio colposo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Torino, esplosione in una palazzina: morto un bimbo di 4 anni

Esplosione di Suviana, trovato il corpo del terzo disperso: i morti salgono a sei

Ucraina, 27 i morti nel bombardamento di Donetsk: Kiev nega l'attacco