EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Inghilterra, il "giorno della libertà": locali aperti, cittadini liberi, medici preoccupati

Inghilterra, il "giorno della libertà": locali aperti, cittadini liberi, medici preoccupati
Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Locali aperti, cittadini liberi, medici preoccupati: niente più restrizioni nell'Inghilterra dei 50.000 casi al giorno di Variante Delta, con stadi e circuiti strapieni. Pur criticato, Boris Johnson va avanti per la sua strada. Più prudenti in Scozia, Galles e Irlanda del Nord

PUBBLICITÀ

Un vero e proprio "Freedom Day".

Alla mezzanotte tra domenica 18 e lunedì 19 luglio, molte discoteche hanno festeggiato una specie di...Capodanno.
"Il 31 dicembre non abbiamo potuto festeggiare, quindi lo facciamo ora!", esclama Nicola Webster Calliste, 29 anni, fuori da un club a Leeds, nel nord dell'Inghilterra.

Liberi tutti, in Inghilterra!

Locali aperti e fine delle restrizioni nel Regno Unito.
Ma il "giorno della libertà" è stato accolto con profonda preoccupazione dagli scienziati, mentre i casi di Covid, alimentati dalla variante Delta, aumentano in tutto il paese e in tutto il mondo.
Nonostante le accuse di sconsideratezza, il governo del premier Boris Johnson tira avanti per la sua strada: è il momento giusto, ha detto l'inquilino di Downing Street.

Gli inglesi sembrano soprattutto soddisfatti di queste riaperture.

Davina Presad, 37 anni, frequentatrice di discoteche:
"Dopo tutto questo stress, dopo aver lavorato da casa per cosi tanto tempo, scaricare tutta questa energia è fantastico!".

Dylan Evans: "Quello che mi preoccupa è che tra poco saremo di nuovo in isolamento".
Katie Lynch, di fianco a lui, ci ride sopra: "E allora, nel frattempo, ce la godiamo!"

Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
"Ce la godiamo finché si può".Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Si torna al lavoro!

In aumento i pendolari, al ritorno al lavoro "in presenza" dopo parecchi mesi di smartworking.
La metropolitana di Londra è di nuovo presa d'assalto. Ma qualcuno indossa la mascherina e qualcun altro no. La parola d'ordine diffusa dal governo, comunque, è "responsabililità".

Alan Margetts, amministratore delegato di un'azienda di mobili, è perplesso:
"Penso che dovremmo ancora indossare le mascherine. Sono appena salito da Brighton per circa un'ora di treno e mi ha fatto molto piacere notare che la maggior parte delle persone sul treno indossasse ancora una mascherina, ma credo che sia davvero prematuro fare molte altre cose, come andare in discoteche e cose del genere".

Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
"Credo che sia ancora presto per andare in discoteche e club".Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Sam Burgess, Assistente sociale:
"Le restrizioni devono essere rimosse. Abbiamo bisogno di convivere con questo virus, ma credo che dovremmo indossare le mascherine in spazi chiusi e sui trasporti pubblici".

Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
"Dobbiamo convivere con il virus".Alberto Pezzali/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Il resto...del Regno

Più prudenti, viceversa, in Scozia, Galles e Irlanda del Nord.
In Scozia, ristoranti aperti fino a mezzanotte, ma ancora limitazioni sul numero delle persone presenti in un luogo pubblico, con obbligo di mascherina.
In Galles e in Ulster le eventuali riaperture, da confermare questa settimana, sono posticipate tra lunedì prossimo e l'inizio di agosto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Covid: niente più regole" . Londra si rimette al buon senso

Liberi tutti nel Regno Unito, coprifuoco a Barcellona e Mykonos

La variante Delta preoccupa ma il Regno Unito riapre entro due settimane