EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Regno Unito: Boris Johnson in isolamento (forzato) perché...

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore David Rose/AP
Diritti d'autore David Rose/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il primo ministro britannico è stato costretto ad abbandonare la sua decisione di non autoisolarsi dopo essere stato un caso di contatto del segretario alla salute Sajid Javid

PUBBLICITÀ

Il primo ministro britannico Boris Johnson è stato costretto ad abbandonare la sua decisione di non autoisolarsi dopo essere stato a contatto col ministro della salute, Sajid Javid, positivo al coronavirus.

Johnson, al pari del cancelliere Rishi Sunak, non dovrebbe subire il normale periodo di isolamento di 10 giorni, dato che stava partecipando a un nuovo schema di test giornalieri.

Tuttavia, l'induzione all'autoisolamento si è resa necessaria a seguito di una protesta pubblica e di aspre critiche da parte dell'opposizione.

Kirsty Wigglesworth/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoKirsty Wigglesworth/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Il leader laburista, Keir Starmer ha affermato che il governo pensa che le regole si applichino solo agli altri.

Solo poche settimane fa, Matt Hancock, l'ex ministro della salute, era stato costretto a dimettersi dopo essere stato sorpreso a infrangere le regole del distanziamento sociale, baciando l'assistente nel suo ufficio.

Tornando a Boris Johnson, quest'ultimo continuerà a lavorare a distanza da Chequers, sua residenza di campagna.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito, autotrasportatori cercansi

Stonehenge riapre al pubblico dopo il blitz vandalico di Just Stop Oil: "i monoliti sono integri"

"Naomi: in fashion", gli abiti della top model Naomi Campbell in mostra a Londra