ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il nuovo premier è Yoshihide Suga, nel segno della continuità. Priorità: rilanciare l'economia

euronews_icons_loading
Il nuovo primo ministro giapponese Yoshihide Suga..
Il nuovo primo ministro giapponese Yoshihide Suga..   -   Diritti d'autore  Nicolas Datiche/SIPA
Dimensioni di testo Aa Aa

Yoshihide Suga è il nuovo primo ministro del Giappone.

Nominato lunedì scorso leader del partito Liberal-democratico, è stato eletto nuovo premier in una sessione straordinaria del Parlamento, ottenendo 314 voti sui 465 disponibili alla Camera dei Rappresentanti.

71 anni, Yoshihide Suga, capo di Gabinetto dal 2012, succede al dimissionario Shinzo Abe, dopo quasi otto anni ininterrotti alla guida del governo.

Nel discorso inaugurale, Suga ha sottolineato il suo passato di figlio di contadini e di politico che si è fatto da sé, promettendo di servire gli interessi della gente comune e delle comunità rurali.

Suga ha dichiarato che perseguirà le politiche di Abe - di cui è stato braccio destro - e che le sue priorità principali saranno la lotta contro il Coronavirus e il risanamento dell'economia colpita dalla pandemia.

Il primo ministro uscente Shinzo Abe ha riservato un caloroso benvenuto al suo successore e ha tracciato un bilancio dei suoi otto anni di governo.

"Ho dedicato anima e corpo alla ripresa economica e alla diplomazia per proteggere gli interessi nazionali del Giappone ogni singolo giorno da quando siamo tornati al potere", ha detto Abe ai giornalisti dell'ufficio del primo ministro prima di entrare nella sua ultima riunione di gabinetto. "Durante questo periodo, sono stato in grado di affrontare varie sfide insieme alla gente e sono orgoglioso di me stesso".

Suga è stato da sempre un fedele sostenitore di Abe, fin dal suo primo incarico come primo ministro dal 2006 al 2007. Il mandato di Abe finì bruscamente a causa di una malattia e Suga lo ha aiutato a tornare in sella come primo ministro nel 2012.

Shinzo Abe, 65 anni, soffre di una colite ulcerosa e il suo attuale trattamento richiede iniezioni per via endovenosa.
Il mese scorso ha detto che le sue condizioni sono migliorate, ma, di fronte al trattamento in corso e alla debolezza fisica, ha deciso di dimettersi.

Secondo i media, alcuni ministri chiave, tra cui il ministro delle Finanze Taro Aso, il ministro degli Esteri Toshimitsu Motegi, il ministro delle Olimpiadi Seiko Hashimoto e il ministro dell'Ambiente Shinjiro Koizumi, figlio dell'ex primo ministro Junichiro Koizumi, resteranno in carica.
Il fratello minore di Abe, Nobuo Kishi, sarebbe stato scelto come ministro della Difesa, in sostituzione di Taro Kono, che dovrebbe essere trasferito al ministro delle riforme amministrative.

Rispetto e apprezzato per la abilità politica in patria, Suga non ha quasi mai viaggiato oltreoceano e le sue capacità diplomatiche sono sconosciute, anche se ci si aspetta che continui nel solco tracciato da Abe.

Il nuovo primo ministro eredita una serie di problemi non da poco, tra cui le relazioni con la Cina, che continua la sua azione nel contestato Mar Cinese Orientale, e cosa fare (continuare o annullare?) con le Olimpiadi di Tokyo, che sono state rinviate alla prossima estate 2021 a causa del Coronavirus.
E, naturalmente, Suga dovrà stabilire un buon rapporto con chi vincerà la corsa alla Casa Bianca: Trump o Biden.