ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Giappone: chi è Yoshihide Suga, raccoglitore di fragole diventato premier

Yoshihide Suga
Yoshihide Suga   -   Diritti d'autore  Eugene Hoshiko/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Figlio di coltivatori di fragole, Yoshihide Suga ha la saggezza della terra e la pazienza del tempo che passa lento tra una stagione e l'altra. E' un uomo che sa attendere il suo turno anche se forse non ambiva a diventare premier giapponese.

Ma dopo aver passato anni a tessere e disfare trame, senza comunque scansare incarichi importanti, nel corso della lunga carriera politica ha ricoperto mansioni di primo piano, solo per fare un esempio nel 2006 viene nominato ministro degli Affari interni e delle comunicazioni e ministro per la Privatizzazione dei servizi postali - la scelta del Partito liberal democratico come suo nuovo leader in seguito alle dimissioni di Shinzo Abe, non era poi così scontata.

I miei genitori erano grandi lavoratori. Tornavano a casa dai campi più o meno quando mi alzavo dal letto. Le persone in campagna sono tutte così
Yoshihide Suga

Per Yoshihide Suga il partito Liberal democratico è stato come una seconda casa, qui ha svolto tutta la sua carriera politica sin da quando appena laureato in Giurisprudenza nel 1973 collaborò a una prima campagna elettorale.

Non è mai appartenuto a alcuna corrente, un'autonomia che oggi può tornargli utile, e ai giapponesi piacciono le sue umili origini, che non nasconde, e il suo volto comunque è legato a momenti storici della vita del Paese, visto anche che negli ultimi anni è stato il portavoce del governo. E' lui, per esempio, che annuncia nel 2019 in una conferenza stampa l'ingresso nella Nuova era.

Eletto alla Dieta nipponica per la prima volta nel 1996, viene rieletto nelle successive elezioni fino al 2009. Il suo nome è legato allo sviluppo del sistema giapponese denominato hometown donation, che ha consentito ai giapponesi di avere detrazioni effettuando donazioni ai governi locali.

Eugene Hoshiko/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Suga insieme a AbeEugene Hoshiko/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Nel 2009, grazie alla sua capacità di raggiungere in prima persona gli elettori mantiene ancora il seggio. Dal 2010 in poi si solidifica il rapporto di stima e amicizia con Shinzo Abe di cui diventa consigliere e capo di Gabinetto.

Politica economica e estera

Scegliendo Suga il partito Liberal democratico ha quindi scelto la continuità, braccio destro di Abe, Suga dovrebbe continuare con le politiche di Abe. Tra le altre cose portare avanti quella che era diventata una vera e propria fissazione di Shinzo Abe: la riforma dell'articolo 9 della Costituzione, che apra a un esercito del Giappone.

Voglio fare correttamente le cose agli occhi dei cittadini e delle persone. A tal fine, incontro quante più persone possibile e sento varie storie

Dal punto di vista economico, rafforzerà l'Abenomics ( che vedrà una politica monetaria espansiva unita a un deciso stimolo fiscale da parte della Banca centrale) per far uscire il Giappone dalla crisi provocata dal coronavirus. A lui anche il compito di salvare le Olimpiadi di Tokyo slittate al 2021 per covid-19.

Per Suga, l’alleanza con gli Stati Uniti non si tocca anzi deve essere ulteriormente approfondita entro "i limiti della costituzione pacifista del Giappone", ha dichiarato. Per quanto riguarda la Cina e il legame con Pechino, Suga si barcamenerà a salvaguardare un rapporto che tuteli sicurezza e interessi economici.

Le cancellerie di mezzo mondo hanno gli occhi puntati su di lui, visto che il Giappone resta comunque la terza economia del mondo dopo quelle di Stati Uniti e Cina.

Sait Serkan Gurbuz/Copyright 2019 The Associated Press
Suga con il segretario di Stato USA PompeoSait Serkan Gurbuz/Copyright 2019 The Associated Press

Curiosità

Sposato con tre figli, la sua giornata si apre e si chiude con 100 addominali, ma prima legge i principali quotidiani del Paese, ama il karate, la pesca lo rilassa, non beve alcolici ma si concede qualche peccato di gola dolce. Anche se, quando il medico gli ha detto che doveva perdere peso, Suga in 4 mesi è dimagrito di 7 chili raggiungendo il perso forma di 70 chili che cerca di mantenere facendo una camminata di 40 minuti di buon mattino.

I giornali del mondo sono a caccia di curiosità di Yoshihide Suga, così una compagna di classe scovata dal New York Times racconta che a scuola era, manco a dirlo, una presenza discreta "così silenzioso che ti dimenticavi ci fosse". Invece era lì. Ieri come oggi.