ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tennis: pallata a una giudice di linea, Djokovic squalificato dallo Us Open

Novak Djokovic si scusa con la giudice di linea dopo averla colpita
Novak Djokovic si scusa con la giudice di linea dopo averla colpita   -   Diritti d'autore  Seth Wenig/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Lo Us Open perde il suo protagonista principale. Novak Djokovic è stato squalificato dal torneo per avere colpito (involontariamente) con una pallata una giudice di linea nel corso del match del quarto turno contro lo spagnolo Pablo Carreño Busta.

Succede tutto al termine dell'undicesimo gioco del primo set. Dopo avere fallito tre set point sul 5-4 (e servizio dello spagnolo), il numero uno del mondo subisce il break e manda l'avversario a servire per il set: mentre si avvia verso la sua panchina per il cambio di campo, Djokovic in gesto di stizza scaglia una palla contro i teloni, colpendo al volto la giudice.

Il serbo si avvicina subito per sincerarsi delle sue condizioni e chiedere scusa. Poco dopo arrivano in campo il direttore del torneo e il supervisor. La decisione non tarda ad arrivare ed è inevitabile: squalifica dal torneo e addio, almeno per ora, al sogno di centrare il 18esimo slam della carriera.

Le scuse di Nole

Djokovic stringe la mano al suo avversario e si avvia a testa bassa verso l'uscita. Finora nel 2020 aveva vinto 26 partite su 26. Il numero uno del mondo si è poi scusato con un messaggio pubblicato sui social: "Tutta questa situazione mi ha lasciato davvero triste e vuoto - ha scritto -. Ho chiesto informazioni sulla giudice di linea e mi hanno detto che grazie a Dio sta bene. Mi dispiace molto di averle causato tanto stress. Non è stato un gesto intenzionale".

Quello riguardante Djokovic non è stato però l'unico colpo di scena della giornata. Kiki Mladenovic è stata squalificata dal torneo di doppio, assieme alla sua compagna Timea Babos, prima dell’incontro del secondo turno contro Riske e Dabrowski. Un avviso di quarantena l'ha costretta a rimanere nel suo hotel della Contea di Nassau, impedendole così di scendere in campo.