ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Stato dell'Unione: Come gestirà la crisi l'Unione Europea?

euronews_icons_loading
Stato dell'Unione: Come gestirà la crisi l'Unione Europea?
Diritti d'autore  Matthieu RONDEL/EU
Dimensioni di testo Aa Aa

In questa edizione di Stato dell'Unione:

Frodi ai tempi del coronavirus

Mentre la maggior parte delle persone trova nuovi modi di lavorare e vivere, anche i criminali si stanno adattando alla pandemia.

Si va da rapine di alto profilo, come un dipinto di Van Gogh rubato da un museo di Amsterdam, alle

truffe di tutti i giorni, come mascherine e disinfettanti per le mani falsi.

Ma alcuni criminali stanno usando metodi comprovati: “Abbiamo ad esempio questa nuova forma di frode telefonica che, come fenomeno, non è completamente nuovo. Lo conoscevamo già in passato in erano specificamente presi di mira gli anziani. Ora le persone stanno ricevendo chiamate telefoniche da qualcuno che finge di essere dipendente di un ospedale. La storiella che raccontano è spesso: un parente si è ammalato, ha bisogno di soldi per le cure mediche"ha spiegato Jürgen Stock, di Interpol.

Lockdown: L'economia Ue è ferma

Con tanti Paesi in lockdown, l'economia europea è quasi ferma.

Intere aziende rischiano di andar in perdita.

Soprattutto i dipendenti del settore dello spettacolo e dello sport temono per il proprio reddito, uno dopo l'altro tutti gli eventi sono stati annullati, di recente anche il torneo di tennis di Wimbledon e i festival estivi di Edimburgo.

E il vertice ONU sul clima COP26, che era fissato a Glasgow a novembre, è stato posticipato.

Gli ambientalisti affermano che era la cosa giusta da fare, ma importanti decisioni sul cambiamento climatico ora potrebbero subire ritardi.

"È molto importante che che agiamo rapidamente per ridurre le emissioni, e il 2020 è un anno cruciale perché è la data in cui l'accordo di Parigi, che abbiamo concordato nel 2015, entra in vigore, quindi ci sono sdiverse cose che dovevamo decidere a novembre che avrebbero effettivamente permesso all'accordo di funzionare e che ora subiranno ritardi "ha affermato Richard Dixon, direttore di Friends Of The Earth Scozia.

Come gestirà la crisi l'Unione Europea?

Alcuni pessimisti stanno già dipingendo un quadro cupo: con l'incubo del Coronavirus italiano che si aggiunge ai suoi guai finanziari e l'Ungheria che non rispetta i principi democratici e lo stato di diritto, l'Unione Europea dovrebbe affrontare una lenta ma certa frammentazione

E questo tocca l'eterna domanda su come l'Europa si vede, su quale ruolo vuole giocare a casa e sulla scena globale.

Cosa ne pensano gli esperti?

“Siamo assolutamente convinti che Europa non debba cadere nella trappola della battaglia tra i giganti del mondo. Quello che intendo qui è che l'Europa non dovrebbe assolutamente cadere in questa trappola di un mondo diviso o di un mondo polarizzato con gli Stati Uniti da una parte e la Cina dall'altra. Ciò di cui abbiamo bisogno oggi è davvero sviluppare un accordo multilaterale, una nuova cooperazione internazionale ha spiegato il ceo del Dialogue of Civilizations Research Institute, Jean-Christophe Bas..

L'Europa è stata davvero al top del suo ruolo nelle ultime settimane?

“Sì, direi, sicuramente. Anche se cadrà di nuovo nell' autocritica. Ciò che vediamo quasi ogni giorno in tv, su Euronews è la cooperazione quasi quotidiana tra i leader europei in videoconferenza. Quindi penso che questo sia un segnale molto forte" ha affermato Bas.

La crisi porterà a una più stretta integrazione e cooperazione europea o sarà l'inizio della fine dell'Unione europea, come hanno previsto alcuni osservatori?

“ Questo dibattito sulla sopravvivenza e l'inizio della fine è in circolazione da decenni. L'Europa è ancora forte, è ancora unita e non ho dubbi che proprio in questo momento con l'entità di questa crisi, i leader europei si prenderanno le proprie responsabilità e si renderanno conto che il mondo ha più che mai bisogno di un' Europa forte e unita. In un certo senso si è a metà. E penso che l'Europa abbia la capacità di dimostrare oggi di restare un pilastro forte nell'architettura del mondo globale. "

Consigli per la quarantena

Se vi sentite abbattuti dopo settimane di quarantena e ancora non sapete davvero come affrontarla, ecco alcuni consigli dallo spazio:

“Preparatrevi un programma per la vostra giornata. Dividete la giornata in sezioni specifiche e datevi degli obiettivi da raggiungere. Normalmente, ci vengono dettati dall'esterno, ma se riuscite fatevi un elenco, "cosa voglio fare stando a casa per una settimana o un giorno o un mese", è così che viviamo in una navicella spaziale" ha spiegato Chris Hadfield, ex astronauta canadese.