Protesta contro "conflitto di interessi" di Ursula von der Leyen all'Europarlamento

Protesta contro "conflitto di interessi" di Ursula von der Leyen all'Europarlamento
Diritti d'autore EBS screenshot
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'ha inscenata - con la consueta modalità spettacolare - il comico, cabarettista e attivista tedesco Nico Semsrott, eletto quest'anno eurodeputato.

PUBBLICITÀ

Dopo il discorso per convincere la plenaria di Strasburgo da parte della candidata tedesca alla presidenza del Parlamento europeo, Ursula von der Leyen, il connazionale Nico Semsrott ha preso parola per protestare contro il presunto conflitto di interessi della ministra della Difesa.

Semsrott, neo-eletto eurodeputato con DER PARTEI (Il Partito) è conosciuto in patria come comico, cabarettista e artista performativo. Quando è arrivato il suo turno di parlare (aveva presentato una richiesta per parlare di regole di procedura), si è alzato togliendosi la felpa così da rivelarne un'altra piena di adesivi con i nomi di aziende come Pesco, Accenture, KPMG, PWC.

Un'allusione all'impiego di costose consulenze in materia di difesa per il Ministero tedesco. Nel suo breve intervento, ha chiesto se esistesse un conflitto di interessi qualora von der Leyen dovesse essere eletta per l'incarico più importante dell'Unione europea.

Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, si è mostrato piuttosto sopreso e, dopo aver lasciato parlare Semsrott, non ha fatto seguito alla sua richiesta e ha dato indicazione di proseguire il dibattito parlamentare. La diretta interessata si è limitata a sorridere.

Al suo primo giorno a Bruxelles aveva già fatto parlare di sé per essersi presentato con un milkshake gigante indirizzato a Nigel Farage: il leader del Brexit Party era stato infatti oggetto di lanci di frappé durante la campagna elettorale per le Europee.

Su Twitter, Semsrott ha scritto che in una democrazia si dovrebbero portare targhette "in modo che tutti sappiano per chi si lavora". Inutile dire che ci si aspetta un suo voto contrario all'elezione di von der Leyen.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Serbia: l'Europarlamento chiede un'indagine sui presunti brogli elettorali

Tutela dei minori, procedimento formale della Commissione Ue nei confronti di TikTok

Agricoltori marciano divisi a Roma: tre manifestazioni contro le misure Ue