Alessandra Mussolini aggredita a Strasburgo: insultata e picchiata con una stampella da un italiano

Alessandra Mussolini nel 2013
Alessandra Mussolini nel 2013 Diritti d'autore Andrew Medichini/AP
Diritti d'autore Andrew Medichini/AP
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'eurodeputata ha denunciato l'aggressione pubblicando un video sui suoi canali social subito dopo l'accaduto: "Sono sconvolta, c'è troppa violenza". La politica non ha riportato ferite gravi e ha deciso che non sporgerà denuncia, ma è convinta: "L'attacco è di matrice politica"

PUBBLICITÀ

"Sono a Strasburgo e sono stata aggredita, sono stravolta". Con un video pubblicato sui suoi canali social la vice capodelegazione di Forza Italia al Parlamento europeo Alessandra Mussolini ha denunciato di aver subito un'aggressione nella città alsaziana che ospita una delle sedi dell'istituzione europea. 

L'eurodeputata, giunta a Strasburgo per la Plenaria dell'Eurocamera, ha raccontato che nella serata di lunedì è stata aggredita da uno sconosciuto che parlava italiano mentre camminava in pieno centro città per recarsi in un ristorante per cena. 

"Sono stata aggredita da un uomo che parlava italiano. Una serie di insulti pazzeschi, poi aveva una specie stampella e me l'ha tirata addosso, sulla schiena e sulle spalle...adesso sto andando...cioè c'è troppa violenza....", spiega trafelata Mussolini nel breve video che sembra essere stato girato subito dopo l'accaduto. La politica si dice "stravolta per quello che è successo". 

In mattinata Mussolini ripercorre telefonicamente l'aggressione con l'Adnkronos, arricchendo la vicenda di dettagli: "Era appena finita la seduta del Parlamento europeo, io stavo camminando per strada accompagnata dal mio assistente, indossavo un cappuccio perché fa freddo. A un certo punto un tizio sui quaranta anni è spuntato dal nulla: era italiano, lo so perché ha cominciato a insultarmi violentemente, diceva 'Mussolini pezzo di m...., fascista', e altre cose del genere", racconta l'eurodeputata nipote del dittatore Benito Mussolini.

L'aggressione a Strasburgo ad Alessandra Mussolini

L'uomo "si è avvicinato, era armato di un bastone, una specie di stampella, e ha cominciato a darmi addosso, sull'orecchio, sulla testa, sulla schiena, alle spalle. Non riuscivano a fermarlo perché era una furia", continua la politica, che non ha riportato ferite gravi ma è sotto shock. "Io sono stravolta, incredula. Uno non se lo aspetta, così in centro, a Strasburgo, è assurdo".  

L'episodio, secondo Mussolini è di matrice politica: "Mi ha riconosciuto ed è scattato, colpendomi forte da dietro, pronunciando parolacce di tutti i tipi sul nome 'Mussolini' e minacciando di ammazzarmi". L'eurodeputata di Forza Italia spiega che non è la prima volta che viene insultata, ma che non le era mai capitato di essere aggredita fisicamente. 

"C'è un clima di violenza che mi preoccupa moltissimo", sentenzia Mussolini, che però ha deciso di non sporgere denuncia. "E contro chi? Ora me ne vado in albergo e la chiudo qui. Ma sono avvilita, sono molto amareggiata", dice. A pesare è più lo spavento e l'amarezza che il dolore fisico: "Ho riportato giusto qualche ferita per le botte che m'ha dato sull'orecchio che mi fa male, e sulla testa, ma ringraziando Dio mi ha solo sfiorata sulle spalle e sul braccio".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano

Gas, alleanza sul biometano tra Italia e Grecia con i fondi Ue per la transizione verde

Italia Paese più vecchio d'Europa: preoccupati gli economisti