Bangladesh: la premier uscente Sheikh Hasina vince le legislative

Bangladesh: la premier uscente Sheikh Hasina vince le legislative
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Hasina ha già incassato 61 dei 300 seggi del parlamento. Il voto è stato segnato da violenze in diverse zone del Paese, con 16 morti accertati: L'opposizione denuncia brogli

PUBBLICITÀ

Giungono i primi risultati delle elezioni politiche in Bangladesh dove la premier uscente Sheikh Hasina ha già incassato la maggioranza assoluta dei 300 seggi del parlamento.

In un clima di violenza

Il voto, che si è chiuso da poche ore, è stato segnato da violenze in diverse zone del Paese, con 16 morti accertati, a causa degli scontri tra i sostenitori della Lega Popolare Bengalese al potere e quelli del Partito Nazionalista del Bangladesh, all'opposizione che peraltro ha denunciato diverse frodi. Al momento delle prime dichiarazioni Sheikh Hasina sostiene che il partito di governo viene premiato e che il popolo che le consegna un nuovo mandato all'insegna dello sviluppo.Per Kamal Hossain, leader dell'opposizione nazionalista forse bisognerà tornare al voto visti brogli.

La popolarità della premier uscente

La premier Sheikh Hasina è molto popolare grazie a un periodo di forte crescita economica e per aver liberato il Bangladesh della sua immagine di nazione indigente e colpita da tutte le calamità del mondo. Il Paese ha anche accolto le centinaia di migliaia di Rohingya in fuga dalla Birmania. Ma i suoi detrattori la descrivono come una autocrate che ha represso l'opposizione con centinaia di arresti di massa dei dissidenti, sparizioni forzate e leggi draconiani che hanno imbavagliato la stampa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ciclone Mocha, migliaia le persone sfollate. Un milione le persone in fuga

Prende fuoco il grande mercato di Bongo bazar a Dacca

Stati Uniti, Donald Trump dichiarato ineleggibile anche in Illinois: annuncia ricorso