Gli aerei europei sono più sicuri che mai: ecco perché

Un Airbus A321 Lufthansa decolla da Lisbona all'alba
Un Airbus A321 di Lufthansa decolla da Lisbona all'alba Diritti d'autore Armando Franca/The AP/File
Di Saskia O'Donoghue
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Buone notizie per chi ha paura di volare: il rischio di un incidente sui voli europei è di 1 su 1,26 milioni, secondo i nuovi dati

PUBBLICITÀ

Secondo una nuova ricerca dell'Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA), i voli in Europa hanno raggiunto il livello di sicurezza più elevato dall'inizio delle rilevazioni.

I risultati del rapporto annuale sulla sicurezza dell'aviazione mondiale per il 2023 mostrano che, **solo in Europa, il tasso di "tutti gli incidenti" è migliorato da 0,98 per milione di settori nel 2022 a 0,48 incidenti nel 2023.**Questa statistica è significativamente migliore rispetto alla media quinquennale del continente di 0,77 incidenti per milione.

Dal 2018 l'Europa ha un rischio di mortalità pari a zero. È interessante notare che la maggior parte degli incidenti registrati è dovuta al collasso del carrello di atterraggio, che si verifica quando la meccanica dell'aereo non funziona correttamente.

I voli nel resto del mondo sono sicuri?

Secondo l'AITA, l'Europa è una delle ragioni più sicure, ma l'aviazione continua a compiere passi da gigante in termini di sicurezza in tutto il mondo. In effetti, la maggior parte delle regioni ha registrato un miglioramento nella percentuale di incidenti rispetto al 2022, con l'eccezione del Nord America e dell'Asia-Pacifico.

L'Asia-Pacifico ha registrato un incidente in Nepal nel gennaio 2023, che ha provocato 72 vittime. Nel Nord America non ci sono stati incidenti mortali, ma il tasso generale è aumentato da 0,53 per milione di settori nel 2022 a 1,14 nel 2023.

Questa cifra è comunque migliore della media quinquennale per la regione, pari a 1,21 per milione.

Anche se volare è tra le attività più sicure che si possano fare, c'è sempre spazio per migliorare. È quello che abbiamo fatto nel corso della nostra storia. E continueremo a rendere gli aerei sempre più sicuri.
Willie Walsh
Direttore generale dell'IATA

La sicurezza a bordo in aumento

Nel 2023 si sono registrati circa 37 milioni di voli, in aumento del 17% rispetto all'anno precedente. In tutti i settori, il tasso generali degli incidenti è stato dello 0,80 per milione, ovvero un incidente ogni 1,26 milioni di voli.

Si tratta non solo di un miglioramento rispetto all'1,30 del 2022, ma anche del tasso complessivo più basso da oltre un decennio. Anche il rischio di incidenti mortali è diminuito in modo significativo, soprattutto negli ultimi 5 anni.

Un aereo dell'Austrian Airlines decolla dall'aeroporto di Monaco, nel sud della Germania.
Un aereo dell'Austrian Airlines decolla dall'aeroporto di Monaco, nel sud della Germania.Matthias Schrader/The AP/File

Statisticamente, a questo livello di sicurezza, una persona dovrebbe viaggiare in aereo ogni giorno per 103.239 anni per avere un incidente mortale.

Willie Walsh, Direttore generale dell'IATA, afferma che, nonostante i risultati siano positivi, c'è ancora molta strada da fare per rendere i viaggi aerei completamente sicuri.

"Anche se volare è tra le attività più sicure che si possano fare, c'è sempre spazio per migliorare. È quello che abbiamo fatto nel corso della nostra storia. E continueremo a rendere il volo sempre più sicuro", ha dichiarato Walsh.

"I miglioramenti della sicurezza e la prevenzione di incidenti futuri sono possibili perché impariamo dagli incidenti passati", ha concluso il direttore generale dell'IATA.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il piano della Spagna per vietare i voli a corto raggio nazionali

Parte il treno della buonanotte da Praga a Bruxelles: il ritorno dei treni notturni in Europa

Bologna: viveva in aeroporto perché affitti troppo alti, pensionato 83enne avrà una nuova casa