EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Escursioni, campeggi e treni: ecco le principali destinazioni sostenibili europee

Numerose località propongono offerte turistiche sostenibili
Numerose località propongono offerte turistiche sostenibili Diritti d'autore Galen Crout
Diritti d'autore Galen Crout
Di Rebecca Ann Hughes
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

La categoria "sostenibile" della Lonely Planet elenca le località che si concentrano sul turismo responsabile e sulle modalità rispettose dell'ambiente

PUBBLICITÀ

Secondo la Lonely Planet, sono cinque le destinazioni europee che rientrano nella top ten dei luoghi sostenibili da visitare nel 2024. Gli esperti hanno pubblicato la classifica, suddivisa in diverse categorie: Paesi, regioni, città, valore e sostenibile. Quest'ultima individua i luoghi che hanno lavorato su un'offerta responsabile e su strategie per garantire il rispetto dell'ambiente. Dalla Spagna al Galles rurale, ecco i vincitori in Europa.

Spagna per i parchi cittadini e le piste ciclabili

La Spagna è già una delle destinazioni turistiche più popolari al mondo, ma la penisola ha sviluppato anche strategie per incentivare i viaggi fuori stagione e promuovere le destinazioni trascurate. Ha anche investito in forme di trasporto eco-compatibili, tra cui  reti di piste ciclabili, autobus elettrici e nuove linee ferroviarie.

Valencia, sulla costa orientale della Spagna, è la Capitale verde europea per il 2024 grazie a varie iniziative sostenibili, tra cui la designazione di nuovi terreni agricoli periferici, la pedonalizzazione di 30mila metri quadrati di spazi pubblici e il miglioramento dei collegamenti ferroviari ad alta velocità con altre città.

Se visitate i centri urbani, non dimenticate di fare un giro nel Jardín del Turia, un parco chiuso al traffico ricavato dal letto del fiume omonimo, lungo nove chilometri. Qui è possibile noleggiare una bicicletta o partecipare a un tour su due ruote.

Groenlandia per avventure a basso impatto sul ghiaccio

La Groenlandia attira da tempo viaggiatori curiosi e intrepidi per le sue vaste distese di ghiaccio e i paesaggi della tundra. L'ente turistico del Paese, Visit Greenland, ha lavorato per mitigare i problemi legati all'afflusso di persone. Ciò include la garanzia della tutela e conservazione degli ambienti naturali, nonché regolamentazioni ad hoc delle attività turistiche.

L'aurora boreale in Groenlandia
L'aurora boreale in GroenlandiaVisit Greenland

La Groenlandia è inoltre una destinazione privilegiata per chi cerca di avvistare una aurora boreale e il Paese registrerà un "aumento della frequenza del fenomeno quando il sole raggiungerà il picco di attività nei prossimi anni", scrive Lonely Planet.

Per un'avventura a basso impatto, il sito consiglia un campeggio di due giorni sulla seconda calotta glaciale più grande del mondo, partendo da Kangerlussuaq, percorrendo un breve tratto in auto.

Galles per passeggiate nella natura

Il Galles, uno dei primi Paesi al mondo a legiferare in materia di sostenibilità, è entrato nella lista grazie alla sua rinnovata rete ferroviaria. La Lonely Planet elogia le iniziative del Paese in termini di aumento delle "possibilità ecologiche di esplorare il selvaggio e meraviglioso Ovest della nazione".

Il remoto Parco nazionale del Pembrokeshire sta diventando più accessibile grazie a nuove stazioni e all'aumento dei servizi previsto per la linea ferroviaria principale del Galles meridionale all'inizio del 2025. 

È inoltre possibile avere un assaggio del cibo del futuro alla Bug Farm del dottor Beynon, vicino a St Davids. Questo centro di ricerca e riserva naturale ospita il Grub Kitchen, il primo caffè di insetti commestibili del Regno Unito. Qui potrete imparare a conoscere nuovo cibo e magari sgranocchiare un biscotto al grillo, se ne avete il coraggio.

Portogallo per un'escursione a lunga distanza

Per un epico pellegrinaggio a Santiago de Compostela in Spagna, gli escursionisti possono partire dal Portogallo e percorrere un sentiero lungo 620 km. Il Cammino Portoghese (Caminho Português de Santiago) è un viaggio panoramico che può essere intrapreso a piedi o in bicicletta.

I tipici tram di Lisbona
I tipici tram di LisbonaAayush Gupta

Il percorso inizia a Lisbona e tocca chiese romaniche, fiumi pittoreschi e antichi villaggi. È possibile "pernottare in albergues locali, cenare in ristoranti tradizionali e visitare piccoli centri che hanno faticato a causa dell'emigrazione dei loro abitanti verso le grandi città", afferma Lonely Planet.

I Baltici per un movimento meditativo nella natura

Secondo la Lonely Planet, nei Paesi baltici si trovano "sentieri che comprendono quella che potrebbe essere considerata la pratica di meditazione più lunga d'Europa". Gli esperti consigliano di visitare le dune di sabbia, i fiumi e i laghi della regione per un viaggio alla "scoperta del proprio io". 

Andate in Estonia, ad esempio, per i paesaggi austeri, in Lituania per le sabbie fini della Curonian Spit e in Lettonia per la valle boscosa del fiume Gauja, perfetta per ammirare le foglie in autunno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turismo: il Marocco punta a raddoppiare il numero di visitatori entro il 2030

Un turismo più sostenibile e responsabile: se n'è parlato a Riad

Caldo in Spagna abbatte il turismo, -10% dallo scorso anno. Il Nord Europa tra le mete più visitate