EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Egitto, Giordania, Turchia, è sicuro viaggiare nel pieno del conflitto tra Israele e Hamas?

Egitto
Egitto Diritti d'autore Omar Elsharawy
Diritti d'autore Omar Elsharawy
Di Rebecca Ann Hughes
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I governi del Regno Unito e dell'Ue hanno già messo in guardia dall'effettuare viaggi in molte zone, se non sono strettamente essenziali

PUBBLICITÀ

Non si fermano gli attacchi da parte di Israele che continua a bombardare Gaza - con i suoi 2 milioni di abitanti - dopo gli attentanti del gruppo militante Hamas lo scorso fine settimana.

In pochi giorni oltre 1.400 persone in Israele sono state uccise nell'assalto del gruppo islamico mentre quasi 2.700 persone a Gaza sono state uccise dai bombardamenti di rappresaglia. 

I governi del Regno Unito e dell'Unione europea hanno già messo in guardia **dall'effettuare viaggi in Israele e nei territori palestinesi occupati.**Un allerta anche per chi intende visitare altre zone dei Paesi vicini o limitrofi

È sicuro viaggiare in Egitto?

Sebbene l 'Egitto confini con Gaza e Israele, il Paese non è ancora stato coinvolto nel conflitto. Il valico di frontiera di Rafah potrebbe essere aperto per consentire ai palestinesi della Striscia di mettersi in salvo, ma attualmente è chiuso.

Per quanto riguarda i viaggi internazionali, le frontiere egiziane rimangono aperte e le compagnie aeree e gli operatori di pacchetti turistici continuano a operare normalmente nel Paese.

I voli per l'Egitto non passano attraverso lo spazio aereo israeliano e finora non sono stati interessati dal conflitto.

La maggior parte delle principali città e dei siti turistici più importanti dell'Egitto si trova lontano dal confine con Israele e Gaza.

La nota località balneare Sharm el-Sheikh è la più vicina, ma dista comunque più di due ore e mezza di macchina dalla città di confine più vicina e più di cinque ore dal confine con Gaza.

Il Cairo, Alessandria, Hurghada e Luxor sono ancora più distanti.

Il Ministero degli Esteri del Regno Unito (FCDO) non ha emesso un avviso di "evitare tutti i viaggi non essenziali" per l'Egitto, come invece ha fatto per Israele.

Pertanto, chi intende cancellare un viaggio in Egitto, potrebbe non avere diritto a un rimborso nonostante l'assicurazione di viaggio.

L'FCDO invita i turisti a restare vigili e a prestare attenzione ai siti turistici e religiosi, nonché agli incontri pubblici, ad Alessandria, dove due turisti israeliani e una guida turistica egiziana sono stati uccisi da un agente di polizia egiziano.

Il Dipartimento degli Affari Esteri irlandese (DFAE) sconsiglia vivamente di recarsi nel Governatorato del Sinai settentrionale, che confina con Israele e Gaza, compresa la strada Taba-Suez. Sconsiglia inoltre di recarsi a Gaza attraverso il valico di frontiera di Rafah.

Il DFA consiglia di arrivare in aereo se si viaggia verso Sharm el-Sheikh, Hurghada e dintorni, Marsa Alam e dintorni e le zone turistiche del fiume Nilo (come Luxor, Assuan e Abu Simbel).

È sicuro viaggiare in Giordania?

La Giordania confina con Israele e con la Cisgiordania (uno dei Territori palestinesi occupati) e con la Siria.

PUBBLICITÀ

La scorsa settimana, l'FCDO ha aggiornato le sue linee guida sui viaggi in Giordania affermando che: "L'FCDO sconsiglia tutti i viaggi, tranne quelli essenziali, nel raggio di 3 km dal confine della Giordania con la Siria".

Ha inoltre avvertito che i valichi di frontiera tra Giordania e Israele possono essere chiusi con breve preavviso a causa del conflitto in corso.

Tuttavia, la maggior parte delle destinazioni turistiche in Giordania non è interessata dall'instabilità e i voli per gli aeroporti di Amman e Aqaba continuano a funzionare normalmente.

Se avete prenotato un pacchetto vacanze e decidete di cancellarlo, è improbabile che riceviate un rimborso, a meno che la destinazione non si trovi in una delle aree vietate dall'FCDO.

PUBBLICITÀ

Il Jordan Tourism Board ha rilasciato una dichiarazione in cui sottolinea che il Paese è una "destinazione sicura e accogliente per i turisti di tutto il mondo".

"Il nostro impegno a garantire la sicurezza e il benessere di tutti i visitatori rimane incrollabile", si legge nel comunicato.

"Vogliamo rassicurare tutti che le frontiere della Giordania sono aperte ai turisti e siamo desiderosi di condividere le nostre straordinarie esperienze con il mondo".

È sicuro viaggiare in Turchia?

Alcuni viaggiatori hanno espresso preoccupazione per le vacanze prenotate in Turchia, ma il Paese non confina con Israele e si trova a 879 chilometri di distanza. Attualmente non ci sarebbero problemi per chi ha intenzione di farsi una vacanza nel paese. 

PUBBLICITÀ

Le indicazioni dell'FCDO mettono comunque in guardia da tutti i viaggi nel raggio di 10 chilometri dal confine con la Siria e da tutti i viaggi non indispensabili con Sirnak e la provincia di Hakkari.

Le località turistiche, tra cui Istanbul, Antalya e Cappadocia, nonché le località costiere, non sono interessate e le compagnie aeree operano normalmente nel Paese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Città antiche e splendore ottomano: i siti Unesco da non perdere in Turchia

Egitto, turista francese accusata ingiustamente di aver rubato una statua antica

Elezioni in Egitto, Abdel Fattah al-Sisi eletto di nuovo presidente con l'89% dei voti