EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ernő Rubik: 50 anni del famoso cubo, oggetti inanimati prendono vita nelle mani di qualcun altro

 Gli studenti partecipano a un flash mob per celebrare il 50º anniversario dell'invenzione del Cubo di Rubik, mercoledì 12 giugno 2024.
Gli studenti partecipano a un flash mob per celebrare il 50º anniversario dell'invenzione del Cubo di Rubik, mercoledì 12 giugno 2024. Diritti d'autore Balogh Zoltán/MTI
Diritti d'autore Balogh Zoltán/MTI
Di Magyar Ádám
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Organizzato un convegno presso l'università del MOME in occasione del cinquantesimo anniversario della nascita del Cubo di Rubik. All'evento Euronews ha scambiato qualche parola con l'inventore stesso, e non solo

PUBBLICITÀ

Semplice, ma comunque molto complicato:il cubo diRubik, uno dei giochi più popolari al mondo, compie 50 anni. Per festeggiare, rinomati relatori dell'università di Arte e Design Moholy-Nagy MOME hanno parlato di come il rompicapo sia legato alla loro professione. Lo studioso di cultura del design Ákos Schneider ha spiegato l'utilità di giocare con i cubi nel nostro mondo frenetico, in cui le macchine sono in grado di ricomporli più velocemente degli esseri umani.

"Penso che in una cultura di velocità e accelerazione, questi giochi siano un'opportunità di riflessione. Ci danno la possibilità di sperimentare la gioia di essere presenti e di giocare per un momento o un po' di tempo," ha detto Akos Schneider.

Il successo mondiale ungherese

Nel mondo sono stati venduti più di 500 milioni di cubi di Rubik, rendendolo una delle invenzioni ungheresi di maggior successo, e non solo per il successo commerciale: nelle ultime decadi il cubo di Rubik ha ispirato numerose opere d'arte.

Abbiamo chiesto al matematico László Mérő a cosa si debba questo successo.

"Secondo me non è diventato famoso perché è un rompicapo dannatamente difficile, ma proprio nonostante ciò. Proprio perché è così difficile che a un certo punto ci si rende conto che è senza speranza risolverlo. Tuttavia, la soluzione è confezionata all'interno, quindi si può imparare a risolverlo. Non è facile, ci vogliono ore per imparare. Ma penso che questa esperienza abbia colpito decine di milioni di bambini: c'è un compito che vedi che non riesci a fare. Studi per qualche ora o per uno o due giorni, e poi non solo riesci a risolverlo, ma ti diverti anche, e gli altri ti rispettano perché riesci a farlo," ha spiegato László Mérő.

Il professor Ernő Rubik, inventore del Cubo di Rubik, è stato fotografato a New York, martedì 18 settembre 2018.
Il professor Ernő Rubik, inventore del Cubo di Rubik, è stato fotografato a New York, martedì 18 settembre 2018.Richard Drew/Copyright 2018 The AP. All rights reserved

Il creatore, Ernő Rubik, ha recentemente scritto un libro sulla sua vita e sulla storia del cubo. Secondo lui, per avere successo serve anche una buona dose di fortuna, ma è importante anche porsi le domande giuste.

"Arriviamo al punto di porre quella che considero una domanda fondamentale: perché? Perché le cose sono come sono e come potrebbero essere diverse?È da qui che nascono le soluzioni, e alcune di queste soluzioni si materializzano, cioè nascono oggetti. La cosa interessante degli oggetti è che sembrano inanimati, ma comunque, un cubo prende vita nelle mani di qualcuno," ha detto.

Ernő Rubik, che presto festeggerà il suo ottantesimo compleanno, ha ricevuto in regalo un cubo speciale dalla MOME, l'università dove ha inventato il gioco 50 anni fa come docente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Donald Sutherland è morto. L'Oscar alla carriera e attore di Quella sporca dozzina aveva 88 anni

Rara edizione del primo libro di Harry Potter venduta all'asta per oltre 53mila euro

Parkour tra i Sassi di Matera: un runner britannico danneggia il patrimonio Unesco