EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Stoltenberg a Budapest, Orbán: non bloccheremo decisioni della Nato sull'Ucraina

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg insieme al primo ministro ungherese Viktor Orbán
Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg insieme al primo ministro ungherese Viktor Orbán Diritti d'autore Zoltan Mathe/MTI - Media Service Support and Asset Management Fund
Diritti d'autore Zoltan Mathe/MTI - Media Service Support and Asset Management Fund
Di Euronews Agenzie:  AP
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in visita a Budapest: raggiunto l'accordo con Orbán sulla posizione del primo ministro ungherese nell'Alleanza Atlantica. Orbán: la partecipazione a un impegno per l'Ucraina può essere solo volontaria

PUBBLICITÀ

Budapest non verrà forzata ma in cambio non porrà un veto quando, al vertice Nato di Washington di luglio, verrà deciso l'aumento dell'impegno dell'Alleanza. È il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ad assicurare quanto detto da Viktor Orbán mercoledì in occasione del bilaterale nella capitale ungherese.

Da quando Jens Stoltenberg è segretario generale, ha premesso Orbán, "la cooperazione fra Nato e Ungheria è diventata più forte, 1.300 militari ungheresi sono impegnati in missioni dell'Alleanza e la nostra spesa per la difesa supera il 2 per cento".

Ungheria: non bloccheremo decisioni dell'Alleanza sull'Ucraina

"Siamo impegnati sia in Europa che in Africa e nell'Asia centrale: è il nostro contributo per rendere più forte la Nato che continuerà in futuro", ha detto Orbán. Per quanto riguarda la guerra tra Russia e Ucraina, però, ha sottolineato il primo ministro ungherese, "la posizione dell'Ungheria è diversa da quella della maggior parte dei Paesi Nato".

Secondo il leader ungherese i risultati delle elezioni europeenel Paese hanno rafforzato il “mandato” del suo governo a “non partecipare ad una guerra” al di fuori dell'area operativa della Nato.

"La situazione è molto difficile - ha detto Viktor Orbán in mattinata - e non è facile in questa situazione trovare le risposte appropriate, quando le decisioni devono essere prese con urgenza. Al vertice Nato saremo in grado di articolare la posizione ungherese: la partecipazione a un impegno per l'Ucraina può essere solo volontaria, anche nei prossimi momenti difficili che arriveranno".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, riunione a Riga dei membri Nato dell'Est Europa: assenti Slovacchia e Ungheria

Il segretario generale della Nato Stoltenberg incontrerà Orbán in Ungheria

Europee in Ungheria: vince il partito di Orbán ma perde consensi, bene l'oppositore Magyar