EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Trump, processo verso la fine: sentenza attesa entro la settimana

L'ex presidente degli Stati Uniti Joe Biden
L'ex presidente degli Stati Uniti Joe Biden Diritti d'autore Julia Nikhinson/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Julia Nikhinson/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il processo a carico di Donald Trump, legato alla vicenda della pornostar Stormy Daniels, si chiuderà entro i prossimi giorni. Conferenza stampa di Joe Biden di fronte al tribunale

PUBBLICITÀ

Per una delle principali vicende giudiziarie nelle quali è implicato Donald Trump - ex presidente degli Stati Uniti e nuovamente candidato alla Casa Bianca - si avvicina il momento della verità. Oggi, mercoledì 29 maggio, il giudice Juan Merchan fornirà le proprie indicazioni al resto della corte, che si ritirerà in camera di consiglio e, si prevede, pronuncerà una sentenza entro la fine della settimana. 

In piazza anche Robert De Niro: "Trump un tiranno e un clown"

Il miliardario statunitense ha utilizzato, come già capitato più volte in passato, toni particolarmente duri, parlando di "giorno triste" e di "pericolo per l'America". A intrecciarsi pienamente con il processo, d'altra parte, è la campagna elettorale per le presidenziali che si svolgeranno nel prossimo mese di novembre: non a caso il presidente in carica, Joe Biden, ha organizzato una conferenza stampa proprio di fronte al tribunale, alla quale ha partecipato anche l'attore Robert De Niro, che non ha lesinato giudizi sprezzanti nei confronti di Trump.

L'ex presidente è stato definito**"un tiranno"** e "una specie di clown", mentre l'ipotesi di un suo ritorno alla guida del Paese, secondo la star di Hollywood equivarrebbe "a dire addio alle libertà che oggi noi diamo per acquisite".

A partecipare all'evento voluto dal presidente democratico, poi, sono stati due ex agenti, che parteciparono alla difesa del Campidoglio in occasione dell'assalto del 6 gennaio 2021, per il quale proprio Trump è accusato di aver aizzato la folla. 

La replica da parte dell'entourage del candidato repubblicano non si è però fatta attendere. In particolare, il consigliere Jason Miller ha tuonato: "Lo staff di Biden alla fine l'ha fatto. Dopo aver detto per mesi che la politica non aveva nulla a che fare con questo processo, si sono presentati al tribunale per un evento elettorale". Il presidente democratico non ha d'altra parte nascosto la volontà di essere nel luogo in cui erano presenti tutti i mezzi d'informazione, intenti appunto a seguire il caso giudiziario. 

Anche in caso di condanna Trump potrà continuare a correre per le presidenziali

In aula, l'avvocato del tycoon Todd Blanche ha ribadito l'innocenza di Trump: "Non potete condannarlo - ha affermato rivolgendosi alla corte - solo sulla base delle affermazioni di Michael Cohen". Quest'ultimo aveva dichiarato di aver pagato alla pornostar Stormy Daniels la somma di 130mila dollari, in cambio del suo silenzio rispetto ad una relazione avuta con lo stesso miliardario, che lo avrebbe danneggiato durante la campagna elettorale del 2016. Per questo il procuratore Joshua Steinglass, aprendo la sua requisitoria, ha sottolineato come il processo riguardi "un complotto e un insabbiamento".

Ad ogni modo, anche in caso di condanna, Trump potrebbe continuare a correre per le presidenziali. Certo, lo farebbe da condannato e sarebbe il primo caso nella storia degli Stati Uniti. E andrà valutato l'impatto dal punto di vista elettorale: una parte del suo bacino potrebbe "fare quadrato" attorno a lui, considerandolo una vittima, ma la fascia meno estrema dei suoi elettori potrebbe invece voltargli le spalle.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Come Trump: per difendere i confini dell'Europa la destra francese vuole costruire un muro

Biden ai corrispondenti: "Liberare i giornalisti imprigionati, Trump bambino di 6 anni"

Usa, Donald Trump a cena con Andrzej Duda a New York: il tycoon sonda il terreno per la Casa Bianca