EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Blinken a Kiev: Usa al fianco dell'Ucraina finché la sicurezza del Paese non sarà "garantita"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky insieme al segretario di Stato Usa Antony Blinken
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky insieme al segretario di Stato Usa Antony Blinken Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Di Maria Michela Dalessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken ha visitato a sorpresa l'Ucraina per la quarta volta dall'inizio dell'invasione russa nel febbraio 2022

PUBBLICITÀ

Gli Stati Uniti sosterranno l'Ucraina finché la sicurezza del Paese non sarà "garantita". La rassicurazione rivolta a Volodymyr Zelensky è del segretario di Stato Usa Antony Blinken durante il colloquio con il presidente ucraino martedì 14 maggio a Kiev. 

"Siamo con voi oggi. E resteremo al vostro fianco finché la sicurezza, la sovranità e la capacità dell'Ucraina di scegliere la propria strada non saranno garantite", ha detto Blinken nella sua visita a sorpresa nel Paese in guerra, la quarta dall'inizio dell'invasione su larga scala.

Blinken: legge sulla mobilitazione in Ucraina dura ma necessaria

In un discorso agli studenti ucraini del Politecnico di Kiev, Blinken ha definito la nuova legge ucraina sulla mobilitazione militare come "dura" ma "necessaria". Secondo il segretario di Stato Usa la decisione permetterà a Kiev di rafforzare le difese e fornirà all'esercito truppe aggiuntive per combattere contro una forza di invasione più grande. 

Zelensky a Blinken: abbiamo bisogno di sistemi antiaerei

Tra le richieste di Volodymyr Zelensky al segretario di Stato Usa quella che Washington invii altri due sistemi missilistici Patriot per difendere Kharkiv e il resto della regione nord-orientale da giorni sotto l'intenso attacco russo. Durante l'incontro con Blinken Zelensky ha affermato che l'Ucraina ha il suo "più grande deficit" nei sistemi antiaerei. Il presidente ucraino ha anche sottolineato la necessità di ricevere più missili dagli Stati Uniti. Blinken ha confermato che parte degli aiuti militari approvati dagli Stati Uniti il mese scorso sono già arrivati in Ucraina, mentre un'altra parte del materiale è "in arrivo".

Blinken si è detto convinto che i nuovi aiuti "avranno un effetto" sul campo di battaglia assicurando che Washington farà tutto il possibile per aiutare l'Ucraina a superare, insieme al resto dei suoi partner, le sfide "critiche" che dovrà affrontare nei prossimi mesi. 

Zelensky torna a chiedere fornitura di armi all'Occidente

Dopo l'incontro, nel suo consueto discorso serale, Volodymyr Zelensky ha rilanciato l'appello agli alleati occidentali ad accelerare la fornitura di armi all'Ucraina, per far fronte alla nuova offensiva dei russi. 

"Abbiamo bisogno di una notevole accelerazione delle forniture. Ora passa troppo tempo tra l'annuncio dei pacchetti e l'effettiva comparsa delle armi in prima linea", ha detto Zelensky.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il segretario di Stato Usa si esibisce in un night club di Kiev: Blinken canta e suona la chitarra

Guerra in Ucraina: nuovi aiuti dagli Stati Uniti, il G7 valuta di finanziare Kiev con i beni russi

Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione stabilizzata a Kharkiv", ma Mosca è avanzata di 10 km