EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

L'Onu approva la risoluzione per la sicurezza nel Mar Rosso: la condanna degli attacchi Houthi

pa
pa Diritti d'autore Ships crew/UK MOD © Crown copyright 2024
Diritti d'autore Ships crew/UK MOD © Crown copyright 2024
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Arriva la condanna dell'Onu dopo i pesanti attacchi alle navi nel Mar Rosso che minano la sicurezza del traffico marittimo e ostacolano gli scambi commerciali. La risoluzione condanna chiaramente anche chi fornisce armi ai ribelli dello Yemen, in quello che sembra un riferimento implicito all'Iran

PUBBLICITÀ

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato mercoledì una risoluzione sulla sicurezza marittima nel Mar Rosso per chiedere la cessazione delle ostilità dopo i recenti attacchi degli Houthi. La risoluzione è stata adottata con undici voti a favore e quattro astensioni, tra cui la Russia. 

Parlando prima del voto, l'ambasciatrice statunitense Linda Thomas-Greenfield ha dichiarato che "la risoluzione chiede inequivocabilmente agli Houthi di cessare i loro sfacciati attacchi che violano il diritto internazionale. Sottolinea il sostegno del Consiglio ai diritti e alle libertà di navigazione delle navi di tutti gli Stati nel Mar Rosso, compresi i mercantili e le navi commerciali che transitano nel Bab-el-Mandeb in conformità con il diritto internazionale". 

L'ambasciatrice statunitense ha aggiunto che la risoluzione "chiarisce che il passaggio di mercanti e navi commerciali attraverso il Mar Rosso non deve essere ostacolato".

Per il consiglio di sicurezza i ripetuti attacchi degli Houthi alla navigazione internazionale sono una minaccia per la sicurezza oltre che una minaccia economica, che contribuisce all'aumento dei prezzi che la gente paga per cibo, medicine ed energia.

La risoluzione sottolinea anche come gli attacchi siano una minaccia umanitaria, che mina la capacità della comunità internazionale di fornire assistenza a più di 21 milioni di yemeniti bisognosi.

I riferimenti all'Iran

Il voto sembra condannare implicitamente l'Iran, il loro principale fornitore di armi. "Voglio essere chiara al cento per cento", ha detto l'ambasciatrice statunitense, "la fornitura di armi e materiale correlato di ogni tipo agli Houthi è una violazione della risoluzione 2216. E l'adozione di questa risoluzione oggi riaffermerà che tutti gli Stati membri, compreso l'Iran, devono attenersi ai loro obblighi".

Parlando dopo il voto, l'ambasciatore russo Vasily Nebenzya ha spiegato il motivo dell'astensione. "Vorrei sottolineare ancora una volta che questa risoluzione non può essere vista come una legittimazione delle azioni nel Mar Rosso della cosiddetta coalizione composta dagli Stati Uniti e dai suoi alleati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi Mar Rosso: missile colpisce nave statunitense nel Golfo di Aden

L'esercito statunitense ha abbattuto dodici droni e cinque missili Houthi nel mar Rosso

Genocidio Srebrenica: la marcia della pace per ricordare le vittime del massacro del 1995