Ucraina, massiccio attacco russo nella notte. 91 attacchi in 24 ore a Kherson

Zelensky parla con alcuni soldati al fronte
Zelensky parla con alcuni soldati al fronte Diritti d'autore Efrem Lukatsky/AP
Di Ilaria CicinelliAnsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mosca ha colpito l'Ucraina meridionale e orientale con uno sciame di droni. Kiev ne ha abbattuti almeno 18 su 25. A Kherson si registrano almeno tre vittime e otto feriti. Sul fronte orientale serpeggerebbe il malcontento tra le truppe russe per la mancanza di una struttura di comando coesa

PUBBLICITÀ

Un pesante attacco russo con 25 droni di fabbricazione iraniana e due missilinella notte ha colpito l'Ucraina nel sud e nell'est del Paese. 

"In totale il nemico ha utilizzato due missili X-59 e 25 droni d'attacco Shahed 136/131" ha dichiarato l'aeronautica ucraina, affermando di aver abbattuto 18 droni e un missile teleguidato nelle regioni meridionali. Per far fronte all'offensiva russa il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo discorso alla nazione, ha ordinato la rapida costruzione di fortificazioni nei settori chiave di "tutti i principali fronti" ma in particolare di quello meridionale.

 "Ciò ovviamente significa prestare la massima attenzione ai settori di Avdiivka, Maryinka e agli altri nella regione di Donetsk. Nella regione di Kharkiv, si intende il settore Kupiansk e la linea Kupiansk-Lyman” ha precisato il presidente ucraino.

Nell'Ucraina meridionale la Russia ha attaccato la regione di Kherson per 91 volte in 24 ore, provocando la morte di tre civili nel villaggio di Sadove****e circa otto feriti. Stando a quanto riferisce su Telegram il capo dell'Amministrazione militare regionale Oleksandr Prokudin l'esercito di Mosca ha colpito per via aerea anche le aree residenziali.

Per gli ucraini orientali, il calvario della guerra sta entrando nel suo secondo decennio

Secondo l'Institute for the study of war sul fronte orientale, nella regione di Kherson, i russi stanno avendo non poche difficoltà a stabilire una struttura di comando coesa e il morale delle truppe è sempre più basso. Alcuni elementi della 810a brigata di fanteria navale, che opera a 30 km a nord est della città di Kherson e 2 km dal fiume Dnepr, si rifiutano di portare avanti gli assalti per via della mancanza di coordinazione e di un'adeguata comunicazione sulla posizione dei campi minati russi. Circa 50 soldati sarebbero morti nell'ultimo mese a causa delle incertezze nelle comunicazioni con i comandanti riguardo alla posizione delle mine. 

La guerra entra in una nuova fase, si teme per l'inverno

Zelensky ha dichiarato che la guerra con la Russia è entrata in una nuova fase. L'inverno ostacolerà i combattimenti dopo una controffensiva estiva che non ha prodotto i risultati desiderati, a causa della carenza di armi e di forze di terra. Forti tempeste di neve hanno già provocato la morte di dieci persone nelle regioni di Odessa, Kharkiv, Mykolaiv e Kiev e 1.500 città e villaggi sono rimasti senza elettricità.

Una guerra invernale secondo il presidente ucraino allargherebbe i combattimenti dalle prime linee del fronte all'interno delle città.

I servizi di emergenza ucraini cercano di far ripartire una macchina dopo la tempesta a Odessa
I servizi di emergenza ucraini cercano di far ripartire una macchina dopo la tempesta a OdessaHANDOUT/AFP

Zelensky ha anche detto di temere che la guerra tra Israele e Hamas a Gaza rischi di mettere in ombra il conflitto in Ucraina e di limitare gli aiuti militari destinati al Paese. Un fattore che ostacolerebbe profondamente la capacità di Kiev di sostenere il confronto con la Russia. La controffensiva di questa estate, alimentata da decine di miliardi di dollari di aiuti militari non ha prodotto i risultati sperati. Ora, alcuni funzionari ucraini si chiedono se gli aiuti futuri saranno altrettanto generosi.

Nel frattempo, le scorte di munizioni sono in esaurimento. Il Paese rischia così di scivolare in una situazione di stallo. L'Ucraina non ha ottenuto tutte le armi di cui aveva bisogno dagli alleati, e i limiti nelle dimensioni della sua forza militare hanno precluso una rapida avanzata, ha detto Zelensky.

I primi ostacoli per l'adesione all'Ue

"L'adesione dell'Ucraina all'Uenon coincide con gli interessi nazionali dell'Ungheria. Si può prevedere che non ci sarà un accordo e allora andrà in frantumi l'unità europea". Così il premier ungherese, Viktor Orban, in un'intervista a Kossuth Rádió. 

"L'unità può essere difesa evitando di mettere all'ordine del giorno le questioni su cui non c'è accordo" ha spiegato il premier suggerendo di stralciare dall'agenda del vertice dei leader europei del 14-15 dicembre la discussione sull'avvio dei negoziati per l'adesione di Kiev all'Unione europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Pronti alla pace ma Ucraina nella UE" L'intervista al ministro degli Esteri Kuleba

"C'è Lavrov? Noi non veniamo": boicottata la riunione dell'Osce da Stati baltici e Ucraina

Ucraina: le truppe russe consolidano le posizioni nel Donetsk