EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Dall'intelligenza artificiale allo studio del dna: Qatar all'avanguardia in campo medico

Dall'intelligenza artificiale allo studio del dna: Qatar all'avanguardia in campo medico
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dal 2017 sono stati investiti più di 6 miliardi di dollari nel settore: questo include il sostegno alle startup che sfruttano le tecnologie più recenti per rendere l'assistenza sanitaria accessibile a tutti

PUBBLICITÀ

In questo episodio di Qatar 365 parleremo delle innovazioni nel sistema sanitario del Qatar. Dal 2017 sono stati investiti più di 6 miliardi di dollari nel settore: questo include il sostegno alle startup che sfruttano le tecnologie più recenti per rendere l'assistenza sanitaria accessibile a tutti.

Tra queste c'è Avey, un'applicazione sanitaria all-in-one. Sviluppata nelle strutture del parco Scientifico e Tecnologico del Qatar (Qstp), l'applicazione è stata lanciata da una start-up locale nel 2017. Oggi è utilizzata da oltre 1,2 milioni di persone in 175 Paesi. Alimentata dall'intelligenza artificiale, Avey ha una funzione di autodiagnosi, mette in contatto gli utenti con i medici di tutto il mondo ed è anche un farmacista online.

"Avey si propone di fornire a ciascun paziente un'assistenza su misura - dice Mohammad Hammoud, fondatore e amministratore delegato di Avey -. Se vi sentite male, potete rivolgervi ad Avey. In base alle informazioni fornite Avey formula un'ipotesi. Sulla base di questa ipotesi Avey inizia a conversare con voi per circa due minuti, prima di fornirvi una diagnosi differenziale".

Grazie ad Avey se una persona non si sente bene, ma ha uno smartphone, può avere accesso a una guida medica senza dover uscire di casa. Qualcuno potrebbe dire che Avey sta eliminando la necessità di cliniche fisiche, ma l'azienda afferma che sta rivoluzionando l'assistenza sanitaria. "Avey è in grado di abbinare il tuo caso al medico più adatto e di creare un collegamento tra il paziente e il medico, prescrivendo i farmaci", dice Hammoud.

Avey è solo una delle tante storie di successo nate dal programma di innovazione e incubazione del parco Scientifico e Tecnologico del Qatar. L'organizzazione ha aiutato a mettere sul mercato molte idee e prodotti, sostenendo startup e giovani imprenditori.

"Li aiutiamo dalle prime fasi di sviluppo dell'idea, poi con la costituzione dell'azienda e del prodotto, e infine con la commercializzazione e l'espansione del prodotto - dice Cristina Urrutia, responsabile investimenti del Qstp -. Abbiamo messo a punto diversi programmi: si parte dalla fondazione dell'azienda e poi ci si concentra su tutti i passi necessari per espandere l'attività. Infine, un fondo di capitale di rischio per sostenere le vostre esigenze finanziarie.

Avey è oggi una delle aziende chiave del parco Tecnologico e Scientifico. Ma il suo fondatore punta a crescere ancora. "Stiamo formando un modello linguistico che consenta alle persone parlare con Avey dei propri problemi di salute - dice Hammoud -. L'idea è che possano dire a voce: 'Avey, oggi ho mal di testa. Puoi dirmi perché?'. Avey tradurrà il discorso in testo, ne farà un'analisi semantica, che predice determinati sintomi sulla base di quel testo, e infine la trasmetterà al modello diagnostico dell'intelligenza artificiale".

Analizzare il dna per prevenire le malattie

Molto di ciò che siamo risiede nella composizione del nostro dna. È possibile prevenire alcune malattie semplicemente imparando di più sui nostri geni? Per saperne di più sulla ricerca genetica siamo andati all'ospedale Sidra Medicine per incontrare la dottoressa Sara Tomei, direttrice del laboratorio di ricerca Omics Core. Il Qatar e il Sidra Medicine hanno investito molto nello studio del dna per la diagnosi delle malattie.

"Negli ultimi due decenni ho assistito a un rapido aumento del numero di tecnologie genomiche - dice Tomei -. Nel 2003, con il completamento del Progetto Genoma Umano, è stata rilasciata la prima bozza del genoma umano. Questa bozza iniziale, tuttavia, non era completa: rappresentava circa il 92% del genoma umano. L'8% non era ancora disponibile. Con il miglioramento delle tecnologie, sono arrivate sul mercato molte altre piattaforme, tra cui le piattaforme di sequenziamento a lettura lunga. Queste sono le piattaforme che abbiamo a disposizione al Sidra. Ciò significa che ora conosciamo la sequenza completa del genoma umano. Conosciamo l'esatta sequenza dei 3 miliardi di coppie di basi dei 23 cromosomi del genoma umano. Quindi, il genoma umano è ora privo di lacune. Si tratta di un'informazione molto preziosa, perché può aiutare a capire come variano i genomi umani e a comprendere come le varianti appena scoperte influenzino la salute e le malattie".

Il Sidra Medicine sta collaborando anche con il team archeologico dei Musei del Qatar. "Questo progetto mira a fornire una migliore comprensione della società preistorica che viveva in Qatar - dice Tomei -. Il Medio Oriente e il Qatar si trovano al crocevia del vecchio mondo, dove si incontrano Africa, Europa e Asia. Grazie a questa posizione geografica, il Medio Oriente e il Qatar hanno svolto un ruolo centrale nell'evoluzione umana, essendo il passaggio per le migrazioni tra Africa e Asia. Il nostro obiettivo in questo progetto è quello di colmare questa lacuna di conoscenza e di fornire maggiori informazioni sulla società preistorica che viveva in questa regione e anche di dedurre i processi evolutivi dell'uomo".

Terapie alternative: chiropratica e ayurveda

Non sono solo le startup a cambiare il volto della medicina moderna. Il Qatar ha visto un aumento della domanda e dell'uso di terapie complementari e alternative. Sempre più persone integrano i trattamenti olistici con le medicine tradizionali. 

I trattamenti chiropratici sono un'alternativa popolare alla medicina tradizionale e si dice che abbiano pochi effetti collaterali. La manipolazione manuale dell'allineamento osseo ha dimostrato di ridurre i sintomi e alleviare il dolore cronico. Il dottor Majdi Abudayyeh cura i pazienti da oltre 15 anni. Ha deciso di diventare chiropratico dopo essere stato curato con successo per un dolore cronico al collo.

Oltre a regolare la colonna vertebrale, i trattamenti chiropratici sono utili per una serie di condizioni di salute e di lesioni. Ma è fondamentale rivolgersi unicamente a degli specialisti registrati. "Sei ore di formazione non ti qualificano come dottore in chiropratica - dice Abudayyeh -. Quindi prima informatevi: assicuratevi di conoscere la persona a cui vi rivolgete, è molto importante. Inoltre non aspettatevi un trattamento alla prima visita".

Un altro trattamento alternativo alla medicina tradizionale molto diffuso è l'antico approccio olistico indiano, noto come Ayurveda. Il Remedy Centre di Duhail è la prima struttura del Paese approvata dal governo e Reshmi Vijayakumar è il primo medico ad aver ottenuto la licenza in Qatar.

"Abbiamo trattamenti per diversi problemi di salute - dice Vijayakumar -. Tutti questi problemi possono essere affrontati in modo naturale e olistico, eliminando la causa principale del problema. Lo eliminiamo dal corpo, invece di sopprimerlo". I terapisti di Remedy sono formati in Kerala, mentre le medicine e le attrezzature sono importate da tutta l'India per un'esperienza autentica e tradizionale.

Condividi questo articolo

Notizie correlate

"Ue rischia di spingersi troppo oltre": al meeting di Euronews si discute di IA