EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Il Qatar punta a diventare il principale hub sanitario al mondo

Il Qatar punta a diventare il principale hub sanitario al mondo
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Paese sta investendo nella ricerca e nella creazione di strutture sanitarie all'avanguardia, dotate delle tecnologie più avanzate in campo medico

PUBBLICITÀ

In questo episodio di Qatar 365 parleremo di sanità. In occasione della quinta edizione del programma "La mia carriera - Il mio futuro", gestito dal Qatar Career Development Center, siamo stati all'Hamad Medical Corporation: il programma consente agli studenti delle scuole superiori un'esperienza di partecipare a un'esperienza di affiancamento professionale per capire se il percorso di carriera che hanno in mente è effettivamente quello che vogliono seguire.

"Vorrei che gli studenti si divertissero e prendessero una decisione stabile per il loro futuro e la loro vita professionale, tracciando un percorso chiaro per il loro futuro accademico che li conduca al lavoro dei loro sogni", dice Shaheen Hamad Al-Sulaiti, responsabile dei programmi e dei servizi del Career Development Center.

"Grazie a questa esperienza capirò se è un campo adatto a me, se davvero voglio intraprendere gli studi in medicina e se si adatta alla mia personalità", dice una delle studentesse coinvolte. La domanda di professionisti del settore sanitario continua a crescere in tutto il mondo.

Euronews
Due studentesse del programma "La mia carriera - Il mio futuro"Euronews

"L'Oms ha dichiarato che entro il 2035 avremo circa 12,9 milioni posti vacanti nel settore sanitario a livello mondiale - dice Mariam Al-Mutawa, capo infermiera dell'Hamad Medical Corporation -. Questo include medici, ostetriche, infermieri e altre professioni sanitarie". Quest'anno l'infermieristica non era tra i dipartimenti aperti agli studenti, ma potrebbe esserlo dall'anno prossimo.

"L'assistenza infermieristica è sempre più richiesta sul mercato globale - dice Al-Mutawa -. Siamo fortunati che in Qatar siano stati avviati dei programmi di infermieristica e ostetricia. La domanda è così alta da permetterci di costruire la capacità. Abbiamo una grande opportunità.

Grazie alle oltre 100 opportunità di affiancamento professionale disponibili nel programma gli studenti possono scoprire cosa significa lavorare all'Hamad Medical Corporation. Possono camminare per i corridoi, parlare con il personale e capire in prima persona se questo è un percorso adatto a loro.

Il programma si è evoluto nel corso degli anni. All'inizio si limitava ad una serie di visite giornaliere a diversi datori di lavoro. In seguito si è evoluto in un tirocinio di una settimana in un posto di lavoro specifico scelto dallo studente. Un'esperienza che aiuta chi ha già un'idea di cosa vuole fare in futuro.

Come prevenire il diabete?

È documentato che i gruppi etnici di Medio Oriente, Nord Africa e Asia meridionale presentino i maggiori fattori di rischio per quanto riguarda il diabete. Se un tempo il diabete di tipo 2 era considerato una condanna a vita, oggi può essere reversibile cambiando stile di vita. Per scoprire come ho incontrato il dottor Rayaz Malik, ricercatore medico numero uno in Qatar.

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista medica Lancet entro il 2050 1,3 miliardi di persone vivranno con il diabete. Quali sono i motivi? "Il problema fondamentale del diabete di tipo 2, in oltre il 70% delle persone, è l'essere in sovrappeso, mangiare in modo sbagliato, non fare abbastanza esercizio fisico, ingrassare - dice Malik -. Tutto questo porta al diabete di tipo 2".

Euronews
Il dottor Rayaz MalikEuronews

Cosa si dovrebbe fare per prevenire l'insorgere del diabete? "Diamo la colpa alla genetica, ma c'è un famoso detto che dice che la genetica carica la pistola, ma l'ambiente preme il grilletto - dice Malik -. Mangiamo troppo, non facciamo abbastanza esercizio fisico e, di conseguenza, siamo in sovrappeso. Quindi dobbiamo iniziare dalle basi. I nostri bambini vanno educati per evitare che diventino obesi. In questa parte del mondo, la situazione è terribile. Vedo bambini che pesano 120 chili. Bisogna partire dalle basi, e in Qatar lo stiamo facendo. Ci sono programmi comunitari eccellenti per cercare di risolvere questo problema. Quando si parla di cibo, ci sono quattro mali nel mondo: pasta, patate, riso e pane. Sono tutte cose buone che piacciono alla gente, quindi gli consiglio sempre di mangiarne meno. Non posso dirgli di smettere di mangiarle. La seconda cosa è limitare i pasti. Cioè mangiare un buon pasto al giorno. Non importa cosa si mangia, in realtà, ma bisogna far passare almeno 14-18 ore tra un pasto e l'altro. Questo cambia il metabolismo: sappiamo che fa perdere peso, ma migliora anche i risultati del diabete".

Malik ha pubblicato più di 450 articoli. Quali sono le scoperte di cui va più fiero? "Direi la microscopia confocale corneale. Si tratta di una scansione dell'occhio - dice Malik -. Abbiamo esaminato persone affette da sclerosi multipla, demenza, schizofrenia e morbo di Parkinson. E abbiamo effettivamente dati migliori. Possiamo dimostrare che scansionare l'occhio ci aiuta a identificare i cambiamenti neurodegenerativi nelle persone affette da demenza, per esempio".

Quindi una semplice scansione può aiutare a predire l'insorgere precoce di Parkinson, diabete, demenza e altre malattie? "L'intelligenza artificiale è fantastica. Non si limita a esaminare due o tre aspetti di una scansione, ne esamina circa 2.400 - dice Malik -. Ed è in grado di dirmi con quasi il 90% di certezza che questa è la scansione di un paziente con il morbo di Parkinson o di un paziente che sta per ammalarsi di demenza o sclerosi multipla. È un nuovo mondo. Per questo dico che dobbiamo sfruttare l'intelligenza artificiale, non temerla".

Strutture mediche all'avanguardia

Plasmare i medici del futuro ed essere all'avanguardia nel settore non sono gli unici pilastri della sanità del Qatar. Il Paese sta investendo anche in strutture mediche all'avanguardia in un mercato che, secondo le proiezioni, varrà oltre 11 miliardi di euro entro il 2024. Non c'è quindi da stupirsi se una delle più recenti istituzioni sanitarie del Qatar, l'Aman Hospital, unisce l'assistenza sanitaria a un servizio personalizzato.

Assistenza medica di qualità, tecnologia all'avanguardia e medici riconosciuti a livello internazionale: l'Aman Hospital è un centro di eccellenza. Oltre alle competenze mediche, l'équipe vanta una grande esperienza nell'ospitalità e si assicura che tutti i pazienti siano seguiti in ogni fase del loro percorso.

Gli ospedali tradizionali possono essere posti freddi e grigi. Una reputazione che l'Aman Hospital vuole cambiare. Dalla scelta dei colori alle cure personalizzate, viene prestata grande attenzione ai dettagli. Tutto è pensato per ridurre lo stress e l'ansia nel paziente.

Euronews
L'Aman Hospital unisce all'assistenza sanitaria un servizio personalizzatoEuronews

Per migliorare la soddisfazione dei pazienti, il comfort e l'esperienza complessiva è necessario essere accoglienti - dice Hassan Elbouatmani, responsabile dell'ospitalità dell'Aman Hospital -. Ci concentriamo sull'esperienza sensoriale dei pazienti in termini di odori, vista e udito. Degli studi hanno confermato che tutto questo migliora l'esperienza del paziente in ospedale.

Gli studi dimostrano anche l'importanza del supporto post-operatorio nel recupero del paziente. Una parte essenziale della strategia dell'Aman Hospital. "Crediamo che un'alimentazione di qualità sia parte integrante del processo di recupero dei pazienti - dice Elbouatmani -. Per questo in cucina abbiamo uno chef e una squadra di cuochi che sono gli unici responsabili della fornitura di pasti di qualità, sia ai pazienti che alle loro famiglie".

L'ospedale ha investito molto nell'acquisto delle ultime attrezzature mediche disponibili sul mercato. "L'innovazione tecnologica è un pilastro fondamentale su cui si fonda questo ospedale - dice Ismaeel, presidente dei servizi medici dell'Aman Hospital -. Nel reparto di radiologia, ci siamo assicurati di avere le tecnologie più recenti e le macchine per la Tac, la risonanza magnetica e gli ultrasuoni. Questo ci permette non solo di eseguire le normali procedure radiologiche, ma anche di effettuare imaging cardiaco avanzato e Tc coronarica".

PUBBLICITÀ

Per quanto riguarda la ricerca, l'Aman Hospital ha accesso a un database internazionale. Secondo il dottor Safadi, l'ospedale è la prima istituzione sanitaria al di fuori del Regno Unito a far parte della rete dell'Imperial College Healthcare, un'affiliazione che consente ai membri di condividere conoscenze per migliorare l'assistenza ai pazienti.

"Siamo collegati alla più grande rete di ospedali universitari del Regno Unito - dice Safadi -. L'Imperial College Healthcare ha cinque ospedali nel nord-ovest di Londra. I nostri consulenti hanno quindi il privilegio di visitare in prima persona gli ospedali e di partecipare come osservatori alle loro discussioni multidisciplinari".

Nonostante sia uno degli ospedali più recenti del Qatar, i piani di espansione sono già cominciati. L'anno prossimo l'ospedale aprirà una clinica nel centro di Msheireb, nel cuore di Doha.

Condividi questo articolo