EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Judo: Brasile sugli scudi nel primo giorno di gare a Zagabria

Un momento dei festeggiamenti dopo le premiazioni
Un momento dei festeggiamenti dopo le premiazioni Diritti d'autore Tamara Kulumbegashvili/FIJ
Diritti d'autore Tamara Kulumbegashvili/FIJ
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il grande Judo fa tappa in Croazia, a Zagabria. Giornata di duelli entusiasmanti dominati dai colori del Brasile. Centinaia di bambini hanno fatto la loro prima esperienza immersiva in questo straordinario mondo e hanno applaudito i loro eroi

PUBBLICITÀ

Zagabria, capitale della Croazia, è una città di contrasti. Una metropoli moderna con una ricca storia e cultura. Dalle sue strade e monumenti medievali all'architettura contemporanea e alla vibrante vita notturna, il Judo fa di Zagabria la sua casa questo fine settimana.

Ma prima, 600 bambini provenienti da tutta la Croazia hanno partecipato a un campo di addestramento di judo  guidato da Majlinda Kelmendi e Hedvig Karakas. Hanno insegnato ai giovani appassionati le basi del judo in un ambiente sicuro e solidale, sviluppando importanti abilità di vita come l'autocontrollo, il coraggio e il rispetto. Un'esperienza che i giovani judoka non dimenticheranno.

Le gare

L'Arena Zagreb era gremita per la categoria -48 kg, dove Mireia Lapuerta Comas ha conquistato la sua prima medaglia d'oro nel World Judo Tour. Ha sconfitto la più esperta Milica Nikolic, mettendo a segno due waza-ari. Il Segretario Generale dell'IJF, Lisa Allan, ha consegnato le medaglie.

"È incredibile, non me l'aspettavo quando sono uscita, era come, wow, così tanta gente in questa folla. È stato così, così bello, davvero. È come quando ero giovane, non molti anni fa, sognavo questo e ora sono qui, è come un sogno, davvero, sono così felice".

A -60 kg, Dilshot Khalmatov ha attaccato duramente per tutta la gara e alla fine ha ottenuto una vittoria tattica per conquistare la medaglia d'oro davanti agli entusiasti tifosi locali ed è stato premiato dall' 'ambasciatore dell'IJF  Antonio Castro .

Nei -52 kg, la brasiliana Jessica Pereira era in forma smagliante e in finale ha ottenuto un waza-ari per conquistare la medaglia d'oro assegnata dal supervisore arbitrale dell'IJF Carlo Knoester.

A -66 kg, un altro brasiliano, Willian Lima, ha fatto faville per tutto il giorno e, dopo un'incredibile semifinale ha combattuto per la medaglia e ha ottenuto una vittoria tattica.  È la sua prima medaglia d'oro nel World Judo Tour che gli è stata consegnata dal direttore degli arbitri dell'IJF, Armen Bagdasarov.

Queste le sue parole:

"Zagabria è incredibile per me, perché la mia prima medaglia di Coppa Europa nei Cadetti è stata d'oro qui. Questa è la mia seconda medaglia d'oro qui a Zagabria. Ho un buon ricordo di questo posto e ora, per la seconda volta, sono molto felice di questo momento della mia vita qui a Zagabria".

A -57 kg Marica Perisiccon un'insolita tecnica di sacrificio  ha eseguito  una presa per assicurarsi l'ippon e la medaglia d'oro. Per lei il primo oro in un Grand Prix dopo il successo nel Grande Slam ottenuto quest'anno a Tbilisi. L'ha premiata il Direttore degli Arbitri dell'IJF Florin Daniel Lascau.

Si è conclusa la prima giornata del Grand Prix di Zagabria 2023! I bambini  hanno apprezzato molto il tifo per i loro atleti preferiti e non vediamo l'ora di vedere cosa accadrà nei  prossimi due giorni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, il Giappone domina nell'ultimo giorno dei Campionati del mondo

Judo, i pesi massimi in scena ai Campionati del mondo di Abu Dhabi

Judo, altri tre campioni del mondo ad Abu Dhabi