EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Calabria, invasione di cinghiali a Catanzaro e in altre zone della regione

Cinghiali
Cinghiali Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

La questione dei cinghiali in Italia è tutt'altro che risolta, nonostante i precedenti sforzi per limitarne la presenza nelle città del Paese

PUBBLICITÀ

Tra mete turistiche, affollate in questo mese di agosto, in Calabria è stato avvistato un branco di cinghiali, che si aggirava tra le abitazioni della zona. 

Catanzaro è l'ultima città, in ordine di tempo, a dover affrontare questo problema. 

I cinghiali - circa 20 in totale - sono rimasti nella periferia della città, ma hanno comunque destato stupore e paura tra gli abitanti delle case costruite in aperta campagna.

L'assessore all'ambiente Giorgio Arcuri ha chiesto alle autorità regionali "misure adeguate per arginare il fenomeno", che probabilmente comporteranno l'abbattimento degli animali.

Da qualche tempo, l'Italia ha un problema di cinghiali che, spensierati, si aggirano per le strade delle città, in quella che i media locali e la Coldiretti hanno definito "un'invasione su larga scala".

L'anno scorso, avevano invaso Roma. I video e i filmati, condivisi sui social, hanno fatto il giro del mondo. Si vedevano avvicinarsi alle persone, mangiare gli avanzi di cibo vicino ai cestini della spazzatura e, in generale, sembravano non essere infastiditi dalle strade trafficate e affollate della capitale italiana.

Le autorità hanno espresso preoccupazione per l'aumento del numero di cinghiali nelle città italiane, sottolineando il rischio che gli animali possano diffondere l'influenza suina o attaccare i residenti. Ma l'idea di abbattere i cinghiali per risolvere il problema ha diviso la società.

Nel dicembre dello scorso anno, il governo di Giorgia Meloni ha ordinato un abbattimento dei cinghiali a Roma che è stato fortemente contestato dagli animalisti, consentendo ai cacciatori di usare archi e frecce per uccidere i cinghiali e mangiarli. La caccia agli animali è stata eccezionalmente consentita anche in aree dove è normalmente vietata, come le aree urbane e le aree protette.

La decisione è stata condannata dai politici dell'opposizione, che hanno accusato la Meloni di aver colto l'occasione per avvicinarsi alle lobby delle armi e della caccia.

Una posizione altrettanto dura è stata assunta da molti leader locali, tra cui il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita, che il mese scorso ha ordinato l'abbattimento di 30 cinghiali che vagavano in un parco della città.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Latina, indagato datore di lavoro per morte bracciante: aveva abbandonato Satnam con braccio mozzato

Premierato e Autonomia, cosa sono: elezione del premier, iter costituzionale e poteri delle Regioni

Europei di Atletica: a Roma è Italia da record, 24 le medaglie degli Azzurri, 11 gli ori