EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Ex governatore USA: "Le trattative vanno a rilento, ma stiamo ancora parlando e questo è positivo"

Copyright
Copyright Diritti d'autore Seth Wenig/2021 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Seth Wenig/2021 The AP. All rights reserved.
Di Redazione italiana
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Bill Richardson, ex governatore statunitense, dice la sua su quanto accade nel mondo per provare a porre fine al conflitto in Ucraina

PUBBLICITÀ

"Ho avuto una lunga storia con il governo russo come membro del Congresso, ho visitato Mosca come ambasciatore degli Stati Uniti e abbiamo affrontato molti problemi con la Russia": parole di Bill Richardson, ex governatore degli Stati Uniti che prova ad inquadrare il punto in cui si trovano le trattative di pace in riferimento alla guerra in Ucraina.

Un tempo figura politica di spicco, Bill Richardson ora lavora nell'ombra, operando dietro le quinte nel torbido mondo del rilascio dei prigionieri.

"Svolgiamo un ruolo come privati cittadini nella fondazione - dice - spingendo entrambe le parti verso questioni umanitarie, come gli scambi di prigionieri".

Collabora con il governo degli Stati Uniti per garantire il rilascio dei cittadini statunitensi detenuti all'estero: dal febbraio 2022, gran parte della sua attenzione si è concentrata sulla Russia.

Alcuni dei suoi casi sono di altissimo profilo: "Abbiamo partecipato ai casi inerenti Brittney Griner e Viktor Bout - aggiunge - ci sono altri casi in Russia di americani che hanno partecipato e dialogato con membri della Federazione Russa.

Abbiamo anche lavorato al caso di Paul Whelan, in passato nell'amministrazione Trump".

Ce ne sono altri, di cui però preferisce non rivelare l'identità, quindi come fa?

Il suo lavoro come segretario all'Energia degli Stati Uniti gli ha dato accesso ad alcuni dei migliori circoli russi e il resto, dice, si riduce alla diplomazia.

Se migliori il clima umanitario sullo scambio di prigionieri ed altre questioni relative alla sicurezza alimentare, al grano, alla sicurezza nucleare, è molto importante
Bill Richardson
ex governatore statunitense

Sia Mosca che Washington stanno lavorando dietro le quinte per liberare i propri cittadini.

Mentre i rapporti diplomatici tra l'Occidente e la Russia si sono interrotti a seguito dell'invasione su vasta scala dell'Ucraina, questo lato poco conosciuto delle relazioni è ancora attivo e funzionante, almeno per ora.

Per Richardson, è necessario di più: "Il governo degli Stati Uniti ha la sua strategia e io non sto interferendo, specialmente riguardo al giornalista del Wall Street Journal.

Tuttavia, la strategia è fondamentalmente il dialogo, e si sa che i russi vogliono in cambio prigionieri russi".

Anche se ammette apertamente che le relazioni sono "assai gelide" in questo momento, nutre speranze per altri due detenuti che sta cercando di liberare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito, al via la conferenza per la ricostruzione dell'Ucraina

L'opinione pubblica russa nei sondaggi rimane stabilmente in favore della guerra

Corea del Nord: il 18 giugno Putin a Pyongyang da Kim Jong-un, è la prima volta dal 2000