Il 2024 sarà un anno eccezionale per l’aurora boreale: ecco dove vederla

L'aurora boreale sembra attualmente più forte di quanto non sia stata in almeno un decennio.
L'aurora boreale sembra attualmente più forte di quanto non sia stata in almeno un decennio. Diritti d'autore Dylan Shaw
Di Rebecca Ann Hughes
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Nel 2024 il fenomeno dell'aurora boreale sarà forte come non lo era da almeno un decennio. Ecco i luoghi dove assistere al fenomeno

PUBBLICITÀ

Inseguire l'aurora boreale di solito significa prenotare un viaggio verso destinazioni lontane come l'Islanda o la punta della Norvegia. Ma quest'anno il fenomeno celeste apparirà più vicino a casa per molti. In tutta l'Europa meridionale, l'aurora boreale potrebbe illuminare i cieli con spettacoli magici come quelli a cui si è assistito nel novembre 2023. Ecco perché il 2024 sarà un anno eccezionale per gli avvistamenti dell'aurora boreale.

Cosa sono le aurore boreali

Le vivaci strisce di rosso, verde e magenta comunemente chiamate aurore boreali sono causate dall'interazione di particelle provenienti dal sole - note come vento solare - con l'atmosfera del pianeta. Quando queste particelle raggiungono la Terra, vengono incanalate dal campo magnetico del nostro pianeta verso le regioni polari. Ciò significa che nell'emisfero settentrionale il fenomeno è tipicamente visibile solo al di sopra del Circolo Polare Artico.

Perché a volte l'aurora boreale è visibile anche più a sud

Nel novembre dello scorso anno, i cieli notturni dall'Inghilterra meridionale alla Slovenia si sono illuminati di magenta e rosa grazie a uno spettacolo di aurora boreale insolitamente forte. I fisici hanno notato una grande eruzione sulla superficie solare il giorno prima dell'evento, eruzione che ha causato un picco di attività geomagnetica nei giorni successivi.

Le aurore di solito si verificano in una fascia chiamata annulus (un anello di circa 3.000 chilometri di diametro) centrata sul polo magnetico, ha spiegato il Met Office del Regno Unito. L'arrivo di un'espulsione di massa coronale (CME) - un'espulsione di plasma e campo magnetico dallo strato più esterno dell'atmosfera solare - può causare l'espansione dell'anulus.

Questo porta l'aurora a latitudini più basse, il che significa che le luci sono visibili nel Regno Unito e più a sud in Europa, come è accaduto nel 2023.

I cieli eterei, illuminati da una gamma sensazionale di colori, sono stati immortalati dai fotografi fino alla Puglia e alla Macedonia centrale, in Grecia.

Le differenze di colori tra un posto e l’altro dipendono dalle molecole di gas che vengono colpite e dalla loro posizione nell'atmosfera, spiega il Met, poiché vengono rilasciate quantità diverse di energia sotto forma di diverse lunghezze d'onda della luce.

L'ossigeno emette luce verde quando viene colpito a circa 100 km sopra la Terra, ma a 160-320 km produce aurore completamente rosse, uno spettacolo raro. L'azoto fa brillare il cielo di blu, ma quando si trova più in alto nell'atmosfera il bagliore ha una tonalità viola.

Perché quest'anno l'aurora boreale è più forte

Se vi siete persi l'aurora boreale a casa o in vacanza, non disperate. Quest'anno le probabilità di vederle sono ancora più alte del solito, soprattutto in corrispondenza degli equinozi di marzo e ottobre.

Questo perché il sole sta diventando più attivo, il che si traduce in una maggiore luminosità delle aurore. Un sole più attivo non è motivo di allarme, ma è semplicemente dovuto al punto in cui la stella si trova nel suo "ciclo solare".

Ogni 11 anni, il campo magnetico del Sole si capovolge completamente. Gli scienziati si aspettano di raggiungere questo picco nel 2024 o 2025.

L'aurora boreale è quindi più forte di quanto non sia mai stata in almeno un decennio e questo è il momento perfetto per prenotare un viaggio a nord per ammirarla in tutto il suo splendore.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ricordi per tutta la vita: come il Red Sea Resort sta abbracciando il turismo rigenerativo

Wurstel a 21 euro e vin brulé a 10 euro: prezzi folli ai mercatini di Natale

Il viaggio verde dell'industria crocieristica: un futuro sostenibile in alto mare