La guerra dei nomi: "Moscovia" contro "Schweinisch Bandera-Reich"

Zelensky nell'anniversario della guerra. (Kiev, 24.2.2023)
Zelensky nell'anniversario della guerra. (Kiev, 24.2.2023) Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Di Cristiano TassinariEuronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

....

PUBBLICITÀ

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky vuole cambiare nome alla Russia e chiamarla "Moscovia".

Zelensky, nei giorni scorsi, ha annunciato che esaminerà la questione sollevata da una petizione popolare che in Ucraina ha raccolto oltre 25.000 firme.

La proposta è di rinominare ufficialmente la Russia in "Moscovia" e di cambiare il termine "russo" in "moscoviano", così come la Federazione Russa in "Federazione Moscoviana".

Il tutto, per ragioni storiche.

Domenica, da Mosca, Dmitry Medvedev, vice-presidente del Consiglio di sicurezza russo, ha definito Zelensky un "nazista supremo" e ribatte: noi chiameremo l'Ucraina "Schweinisch Bandera-Reich".
Con riferimento al nazionalista ucraino Stepan Bandera (1909-1959).

Scrive Medvedev, in un tweet:
"Cosa posso dire? La nostra risposta? No, non Khokhlyandia" (Khokhol è un termine russo dispregiativo per gli ucraini) "e nemmeno Ukroland. E certamente non Malorossiya" (Malorossiya/Piccola Russia è un termine geografico e storico usato per descrivere i territori moderni dell'Ucraina.). "Solo Schweinisch Bandera-Reich. Exakt!"

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bakhmut, la battaglia più imponente della guerra in Ucraina. Gli ultimi sviluppi

Guerra in Ucraina: attacchi su Odessa e Kharkiv, Kiev sigla il trattato di sicurezza con Paesi Bassi

Guerra in Ucraina: Zelensky, il 2024 sarà l'anno della svolta