Riad, Arabia Saudita e Cina firmano accordi per 30 miliardi

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Il re saudita Salman bin Abdulaziz e il presidente cinese Xi Jinping
Il re saudita Salman bin Abdulaziz e il presidente cinese Xi Jinping   -   Diritti d'autore  Untitled/AP

Una visita cruciale per i rapporti tra Cina e Arabia Saudita. Il re Salman bin Abdulaziz e il presidente Xi Jinping, hanno firmato un accordo di partenariato strategico che armonizza la strategia di sviluppo saudita “Vision 2030” e il progetto sulla Nuova via della seta, per un valore complessivo di 30 miliardi di dollari. 

Il leader di fatto del gigante petrolifero del Golfo, il principe ereditario Muhammad ben Salman si propone come l'intermediario tra Pechino e i paesi arabi, facilitando incontri tra il presidente cinese con tutti i principali leader mediorientali accorsi per l'occasione a Riad.

Durante l’incontro che si è svolta presso il palazzo reale Yamamah a Riad le parti hanno discusso delle storiche relazioni bilaterali, degli sviluppi regionali e internazionali e delle opportunità per investire le risorse disponibili in entrambi i Paesi. Sono stati siglati un memorandum d’intesa nel settore dell’idrogeno, un accordo per la cooperazione e l’assistenza legale in questioni civili e commerciali.

Pechino, che considera l'Arabia Saudita una forza importante, si è disposta a continuare a rafforzare la comunicazione strategica con la parte saudita, per approfondire la cooperazione in vari ambiti, e mantenere la pace e la stabilità del mondo.

Salman si è detto disposto a tenere alta l’attenzione sullo sviluppo delle relazioni con la Cina e di essere disposto a lavorare con il presidente Xi Jinping per promuovere il continuo sviluppo strategico globale saudita-cinese.