EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Regno Unito, governo cinese rimuove funzionari coinvolti nel pestaggio di un manifestante

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Inattesa risposta a Londra da parte di Pechino, che rimuove il console e cinque collaboratori coinvolti nel pestaggio di un manifestante a Manchester per non farli interrogare

PUBBLICITÀ

Le immagini hanno fatto il giro del mondo il 16 ottobre scorso: funzionari cinesi trascinano un manifestante pro-democrazia di Hong Kong nel consolato di Manchester, picchiandolo all'interno.

Questo episodio ha suscitato enorme indignazione nel Regno Unito, che ha finalmente ottenuto una risposta alle richieste di chiarimenti inoltrate a Pechino.

"La polizia di Greater Manchester ha avviato un'indagine - dice James Cleverly, ministro degli Esteri britannico - nell'ambito di tale indagine ha richiesto che a sei funzionari cinesi fosse revocata l'immunità diplomatica in modo da poter essere interrogati.

Il governo cinese ha ora rimosso dal Regno Unito gli stessi funzionari, compreso il console generale".

Kin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
AP PhotoKin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

La manifestazione degli attivisti a favore della democrazia si è svolta in coincidenza dell'inizio del congresso del Partito Comunista Cinese a Pechino.

La rissa ha avuto fine quando la Polizia britannica è riuscita a tirar fuori dall'ambasciata l'uomo aggredito dai funzionari cinesi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Riad, Arabia Saudita e Cina firmano accordi per 30 miliardi

35 anni da piazza Tiananmen: il mondo ricorda il massacro del 4 giugno 1989, la Cina no

Putin in Cina: Xi mi ha parlato della tregua olimpica in Ucraina sostenuta da Macron