Italia al voto, come funziona il sistema elettorale

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Italia al voto
Italia al voto   -   Diritti d'autore  Luca Bruno/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Sono circa 51 milioni gli elettori italiani chiamati a eleggere questa domenica 25 settembre il nuovo Parlamento.

Per la prima volta nella storia della Repubblica i cittadini dai 18 anni in su potranno votare anche per il Senato, mentre prima bisognava aver compiuto 25 anni. È anche la prima volta in cui si elegge un Parlamento a ranghi ridotti, con solo 600 eletti. Si tratta di un taglio netto rispetto ai 945 parlementari delle precedenti legislature, in seguito alla riforma costituzionale del 2020.

Il Rosatellum, legge elettorale mista

Non cambia invece la legge elettorale: si vota con il Rosatellum (così denominata dal nome del suo estensore Ettore Rosato), che prevede una formula mista tra sistema maggioritario e proporzionale. Un seggio su tre (il 37%, ovvero 148 deputati e 74 senatori) viene attribuito con il sistema maggioritario. La maggior parte dei seggi restanti si giocano invece con il proporzionale.

Il Rosatellum prevede anche una soglia di sbarramento, fissata al 3% per un singolo partito, e al 10% per le coalizioni.

Ci sono poi 12 seggi riservati per gli italiani all'estero, che rappresenteranno il 2% dei parlamentari. Per la circoscrizione Europa, per esempio, saranno eletti due deputati e un senatore. Gli elettori delle circoscrizioni estere sono anche gli unici a poter esprimere una preferenza nominale.