This content is not available in your region

Kharkiv, la "città-bersaglio", tra paura e speranze

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini  & Kate Baklitskaya
euronews_icons_loading
Kharkiv e la paura dell'invasione russa
Kharkiv e la paura dell'invasione russa   -   Diritti d'autore  Diritti d'autore: AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Nonostante il clima di apprensione che si avverte in tutta l’**Ucraina** su una possibile invasione russa, a Kharkiv, c’è chi è ottimista e chi invece non nasconde un certo pessimismo.

Nella seconda città più grande del paese, a soli 40 km dal confine, la vita quotidiana prosegue come sempre tra le l'incertezza sull'escalation delle tensioni. Nonostante‌ le smentite del Cremlino su una guerra imminente c’è chi ha paura, come Andriy Panov. Ha 26 anni e ci racconta che è normale avere un po’ di angoscia quando le truppe straniere avanzano verso i confini del proprio paese. "Siamo preoccupati. Ma sappiamo che l'Ucraina ha un grande esercito dal 2014 e confidiamo in questo.

La scorsa settimana anche il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky non aveva nascosto i suoi timori circa un possibile intervento armato russo in territorio ucraino. A Kharkiv dove vive anche una larga fetta di popolazione di lingua russa c’è anche chi pensa che potrebbe nascere una guerra su larga scala. Intanto le parole del Presidente riflettono l'ansia che si respira ovunque.

euronews
Mappa dell'Ucrainaeuronews

Il fallimento dei colloqui diplomatici e il rafforzamento dell'esercito russo al confine ucraino stanno aumentando la paura della gente. Oleksiy Hust dice si essere preoccupato, come tutte le persone che vivono nel paese. "Viviamo in questo modo dal 2014. Abbiamo preso alcune misure in caso di invasione. Abbiamo tutti i documenti pronti, soldi, carte di credito. Valigie fatte. In caso la situazione precipiti non ci resta che scappare."

Oleksiy è tra chi pensa che l’invasione russa sia questione solo di tempo. Il sindaco di Kharkiv, Igor Terekhov, nel suo messaggio, ha fatto sapere che non permetterà alla Russia di conquistare la città. Tutte le forze di difesa sono pronte a combattere e a resistere a qualsiasi invasione.

Intanto Mosca ha ammassato oltre 100mila soldati al confine, militari che potrebbero essere usati per un'offensiva in qualsiasi momento. Le persone cercano di continuare la loro vita qui a Kharkiv. Si spera che tutto vada per il meglio, ma ci si prepara anche al peggio.