This content is not available in your region

Covid: la Germania vaccina in aereo

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Covid: la Germania vaccina in aereo
Diritti d'autore  Martin Meissner/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Ridurre i tempi dell'isolamento: Londra esita

A bordo per accelerare i richiami. Dagli autobus nel Regno Unitoagli aerei in Germania, l'Europa le prova tutte per fare in modo che la campagna di vaccinazioni corra più veloce del Covid. Nel giorno in cui in Italia scattano l'estensione del green pass rafforzato e prime multe, Londra accelera nella campagna di sensibilizzazione per il richiamo delle donne incinte. Sul tavolo dei politici d'oltremanica, anche la possibilità di riduzione i tempi dell'isolamento, per salvare dalla paralisi istruzione e lavoro. "Mi rimetterò ovviamente a pareri scientifici - ha detto il Ministro britannico dell'educazione, Nadhim Zahawi -. Certo si tratta di una misura che aiuterebbe ad allentare la pressione sulle scuole, su alcune professioni essenziali e non solo. Ma lo ripeto: qualsiasi mia scelta sarà guidata dal parere degli esperti". 

La Spagna guarda avanti: "Trattare il Covid come una normale influenza"

Dalla Spagna intanto la spinta a guardare avanti. Prossima fase, a cui da tempo sta già lavorando Madrid, è cambiare paradigma: basta test al minimo sintomo, basta monitoraggio quotidiano dei contagi e adozione invece di un approccio al Covid che si avvicini a quello oggi riservato alla normale influenza. I numeri, come testimonia il polso misurato in strada, restano però elevati, creando pesanti disagi.

Colonia. Vaccinazioni in aereo per attirare i bambini

A Colonia Da qui la scelta della città tedesca di Colonia, di incentivare la vaccinazione dei bambini, invitandoli a bordo di un Airbus. Una soluzione che i primi commenti a caldo sembrano decretare vincente. "È un'ottima iniziativa per attirare i bambini - dice una mamma -. Niente a che vedere con lo studio di un pediatra. Una soluzione molto originale"

Test a tappeto in Cina. Obiettivo: 14 milioni di controlli in due giorni

Draconiane, come già in passato, le misure adottate dalla Cina per stroncare i nuovi focolai. Emblematico il caso della città portuale di Tianjin. Obiettivo dichiarato: un test a tappeto, che nelle intenzioni delle autorità dovrebbe raggiungere tutti i suoi 14 milioni di abitanti in 48 ore appena.