This content is not available in your region

Incontro con Papa Francesco: Macron punta sull'elettorato cattolico (a cinque mesi dalle elezioni)

Access to the comments Commenti
Di Stephane Hamalian (Euronews France) - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
Un momento dell'udienza tra Papa Francesco ed Emmanuel Macron.
Un momento dell'udienza tra Papa Francesco ed Emmanuel Macron.   -   Diritti d'autore  Vatican Media/Vatican Media

Nuovo incontro tra Papa Francesco e Emmanuel Macron.

Il presidente francese è stato ricevuto, venerdì, in udienza in Vaticano dal Pontefice per la seconda volta nel suo mandato quinquennale, a cinque mesi dalle elezioni presidenziali in Francia e sulla scia dello scandalo degli abusi sessuali che ha scosso la Chiesa francese.

Tuttavia, nessuna parola su questa vicenda compare nel comunicato ufficiale del Vaticano, che specifica che il dialogo - durato circa un'ora - si è concentrato su vicende internazionali, il Medio Oriente in particolare, e su questioni ambientali.

Andrew Medichini/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Macron "protetto" dalle Guardie Svizzere.Andrew Medichini/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Papa Francesco e Macron sono apparsi sorridenti e hanno fatto sapere di essersi dati del tu...

Temi di discordia tra Parigi e Santa Sede

Questa visita, poco più di un mese dopo quella del primo ministro transalpino Jean Castex, rafforza i rapporti bilaterali tra Parigi e Santa Sede, ultimamente complicati da temi di discordia: la legge sulla bioetica, la segretezza della confessione, la PMA (riproduzione assistita) e l'accoglienza dei migranti. Un tema molto sensibile, due giorni dopo la tragedia avvenuta nel Canale della Manica, al largo della costa francese di Calais.

"Discutere con il Papa, arrivare a uno scambio su diverse questioni internazionali, è stato estremamente importante", ha dichiarato Macron in conferenza stampa.

Il presidente francese è tornato sulla gestione della crisi migratoria, esponendo la sua visione di "umanesimo, ma con regole" e la necessità di "avere politiche di cooperazione con i paesi di origine e di transito per evitare questi movimenti improvvisi".

Screenshot video
Uno scambio ravvicinato di battute tra l'inquilino del Vaticano e quello dell'Eliseo.Screenshot video

Giovedì Macron aveva già spiegato le sue divergenze con il Papa sul tema dei migranti.
"D'altra parte, accogliere tutti non è sostenibile per l'equilibrio dei nostri paesi", ha dichiarato il presidente al quotidiano "La Croix".

I doni

Macron ha regalato al Santo Padre due biografie di Ignazio di Loyola, fondatore dell'Ordine dei Gesuiti, di cui fa parte Papa Bergoglio: una rarissima (del 1585) e un secondo libro, "Inigo", di François Sureau, membro dell'Accademia Francese.

In cambio, il Papa gli ha offerto un dipinto su ceramica che rappresenta la Basilica di San Pietro e testi papali.

Dopo l'udienza con il Papa nel Palazzo Apostolico, Macron ha incontrato il Cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, e il Segretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher.

Lo scandalo degli abusi sessuali

Il 5 novembre scorso, la Conferenza Episcopale francese (CEF) ha riconosciuto ufficialmente "la responsabilità istituzionale della Chiesa" per le violenze sessuali subite da migliaia di persone e la "dimensione sistemica" di quelle stesse violenze.

Lo ha dichiarato lo stesso presidente della CEF, Eric de Moulins-Beaufort, dopo che ad inizio ottobre era stato pubblicato un lungo e dettagliato rapporto della Commissione indipendente sugli abusi sessuali nella Chiesa francese, secondo cui negli ultimi settant'anni, in Francia, sono state oltre 330.000 le vittime di abusi.

Bob Edme/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Lourdes, 6 novembre 2021: cerimonia per le vittime degli abusi sessuali compiuti dalla Chiesa francese.Bob Edme/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Macron prova a riconciliarsi con l'elettorato cattolico

Con questa visita in Vaticano, Emmanuel Macron ha provato a riconciliarsi con un elettorato cattolico con il quale i rapporti sono stati raffreddati dall'adozione della legge sulla bioetica e dalle restrizioni all'accesso ai funerali e allo svolgimento delle messe durante la pandemia.

Anche il richiamo della legge sulla segretezza della confessione è diventato un pomo della discordia.

E ulteriore tensione potrebbe sorgere se includerà il "diritto di morire" nel programma del suo secondo mandato quinquennale.

Un altro obiettivo del suo viaggio è stata la firma al Quirinale del Trattato tra Francia e Italia, che si concentra sul rafforzamento della cooperazione tra i due paesi nel settore della difesa e della sicurezza.

Il Trattato include altre questioni comuni, come la cultura e l'educazione, l'impegno comune nel Mediterraneo e in Africa, e la cooperazione nel settore dello spazio.

È stata l'occasione per rafforzare i legami con un alleato importante (l'Italia) un mese prima dell'inizio della presidenza francese dell'Unione europea.

Domenico Stinellis/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Abbraccio e stretta di mano tra Emmanuel Macron e Mario Draghi.Domenico Stinellis/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved