ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La vendetta dell'ex braccio destro: "Boris Johnson non sa fare il premier"

Di Eloisa Covelli
La vendetta dell'ex braccio destro: "Boris Johnson non sa fare il premier"
Diritti d'autore  Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Non c'è niente di più pericoloso di un ex amico che ti spara addosso. È quello che sta succedendo in queste ore al premier inglese Boris Johnson, chiamato a schivare i colpi lanciati dal suo ex braccio destro, Dominic Cummings, che in un'intervista alla Bbc si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Secondo Cummings l'anno scorso il premier inglese ha rifiutato un lockdown, nonostante il parere degli esperti, perché pensava non funzionasse. E anche perché cinicamente - riferisce il suo ex collaboratore - pensava che il Covid uccidesse solo gli over 80 e non si può uccidere l'economia perché stanno morendo gli over 80.

Nessuna replica diretta, lo staff di Johnson, ribatte solo dicendo che il premier ha fatto di tutto per salvaguardare vite umane durante la pandemia.

Cummings, che è stato lo spin doctor del referndum sulla Brexit e delle elezioni del 2019, ora dice che Johnson non vale nulla come leader.

Non ha un piano. Non sa fare il primo ministro. Sta lì solo perché dovevamo risolvere un problema, non perché pensavamo che fosse la persona giusta.
Dominic Cummings

Cummings ha lasciato Downing Street alla fine dello scorso anno, mentre imperversava una guerra di potere trai fedelissimi e ora sta consumando la sua vendetta.

Risorse addizionali per questo articolo • Bbc