ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: ecco il primo positivo italiano alla "variante inglese"

euronews_icons_loading
Covid-19: ecco il primo positivo italiano alla "variante inglese"
Diritti d'autore  Charles Rex Arbogast/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

La "variante inglese" del Covid-19 si fa subito sentire: anche in Italia.
C'è il primo positivo italiano: è una donna.

Nella serata di domenica, il Dipartimento Scientifico del Policlinico Militare del Celio ha sequenzato il genoma del virus "proveniente da un soggetto risultato positivo con la variante riscontrata in Gran Bretagna".
Così si legge nella nota del Ministero della Salute italiano. Che continua:
"La paziente e il suo convivente, rientrato negli ultimi giorni dal Regno Unito con un volo atterrato a Fiumicino, sono in isolamento e hanno seguito, insieme agli altri familiari e ai contatti stretti, tutte le procedure stabilite".

Intanto a Londra...

Nell'ultima domenica prima di Natale, Oxford Street e Regent Street, tempi dello shopping di Londra, sono praticamente deserte.

Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato "stay at home", un ordine di "restate a casa" per i cittadini di Londra e del sud-est dell'Inghilterra: "Tier4", massimo libello di allerta, per rallentare la diffusione di un nuovo ceppo di Coronavirus.
La "variante inglese" pare del 70% più contagiosa del precedente virus, anche se non sembra causare sintomi più gravi.

Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Regent Street, il giorno prima del lockdown. L'ultimo giorno di libertà.Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

"Nuovo ceppo più trasmissibile, ma non più pericoloso"

Spiega Sir Mark Walport, ex capo consulente scientifico del governo britannico:

"Il nuovo ceppo è più trasmissibile. Ma se c'è una sola buona notizia è che finora non sembra che causi un peggioramento della malattia, il che è importante. E per quanto ne sappiamo in questa fase, il vaccino dovrebbe ancora funzionare contro il virus".

Euronews
Marl Walport, ex consulente scientifico del governo inglese.Euronews

Inghilterra, Scozia e Galles blindati

Con un aumento di oltre 35.000 casi giornalieri di Covid-19 - quasi il doppio di quelli registrati domenica scorsa, 13 dicembre - i cittadini inglesi stanno facendo rifornimento di cibo, dopo che il governo ha posto circa 21 milioni di persone in Inghilterra e Galles sotto misure più severe e ha ordinato ad aziende e negozi non essenziali di chiudere.
Blindata anche la Scozia, da dove non è possibile uscire per raggiungere altre destinazioni del Regno Unito.

Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Negozio chiuso a Soho.Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Reazione di isolamento

La reazione dell'Europa alla "variante inglese" del virus è stata quella di isolare il Regno Unito.
Una lista crescente di paesi dell'UE ha già vietato ogni forma di circolazione (soprattutto i voli aerei) con Londra e il Consiglio europeo si riunirà per coordinare le azioni dell'UE.
Germania, Paesi Bassi, Belgio, Austria, Irlanda e Bulgaria hanno già annunciato e messo in atto restrizioni.
Nel mondo, anche il Canada e l'Arabia Saudita hanno preso provvedimenti simili. Nelle prossime ore, lo faranno senz'altro molti altri paesi.
Non gli Stati Uniti, però, che finora hanno deciso di non interrompere i collegamenti con il Regno Unito.

Anche l'Italia, dopo la scoperta della "paziente zero" a Roma, ha deciso di bloccare i voli con il Regno Unito (fino al 6 gennaio 2021), causando difficoltà ad inglesi e italiani che stanno tornando a casa per le vacanze di Natale.

"Capisco le decisioni che il governo inglese ha dovuto prendere"

Una donna inglese, Francesca Arthur, proveniente da Roma con destinazione Oxfordshire, è stata intervistata all'aeroporto di Fiumicino.
"Non credo di essere preoccupata, credo sia normale, almeno per la mia comprensione delle cose che cambiano, necessariamente. Tuttavia, voglio dire, non è l'ideale prima di Natale, ma è comprensibile che il governo inglese abbia preso le decisioni che ha dovuto prendere".

AP Photo
"Capisco le decisioni prese dal governo inglese".AP Photo

"Abbiamo sentito voci di corridoio"

Una viaggiatrice italiana, invece, commenta: "Non sappiamo nemmeno cosa è successo. Sono salita sull'aereo, ho fatto anche il test molecolare, quindi ero protetta, e siamo arrivati qui senza problemi. Poi abbiamo cominciato a sentire delle voci di corridoio su una variante inglese del virus...".

AP Photo
La viaggiatrice italiana intervista all'aeroporto di Fiumicino, in arrivo da Londra.AP Photo

Non solo aerei: la Francia blocca anche la Manica

La Francia ha vietato tutti i viaggi dal Regno Unito per 48 ore a partire dalla mezzanotte di domenica, compresi i camion che attraversano il Canale della Manica, gettando nel caos il percorso utilizzato da migliaia di mezzi pesanti ogni giorno.

Di fronte a queste (peraltro prevedibili) reazioni europee, Boris Johnson ha subito convocato una riunione d'emergenza del COBRA (Cabinet Office Briefing Rooms), il comitato di crisi per la sicurezza internazionale, per decidere il da farsi.

Toby Melville/AP
La preoccupazione di Boris Johnson.Toby Melville/AP