ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Un G20 anti-covid quello del debutto per l'Arabia Saudita

euronews_icons_loading
Un G20 anti-covid quello del debutto per l'Arabia Saudita
Diritti d'autore  AP/MESHIREE
Dimensioni di testo Aa Aa

Anche se virtuale l'organizzazione del meeting del G20 da parte dell'Arabia Saudita ha rafforzato la sua immagine internazionale con largo uso di video promozionali. Intanto fra le risoluzioni il summit si impegna a finanziare un'equa distribuzione dei vaccini, delle cure e dei test per il Covid-19 in modo che i paesi più poveri non siano tagliati fuori.

Anche la Russia in prima linea

"La Russia sostiene la decisione chiave di questo vertice, il progetto volto a garantire a tutti l'accesso a vaccini efficaci e sicuri. Senza dubbio, i farmaci per l'immunizzazione dovrebbero essere proprietà di tutta l'umanità. Il nostro paese, la Russia, è pronto a fornire ai paesi bisognosi vaccini sviluppati dai nostri scienziati" ha assicurato in uno dei suoi interventi il presidente russo Valdimir Putin.

La lotta alla pandemia come priorità

In un certo senso gli fa eco il presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte che riconosce come quella della salute globale sia la sfida maggiore.

"Abbiamo bisogno di investimenti mirati ai sistemi sanitari in difficoltà in tutto il mondo per sostenere la resilienza ambientale e sociale e per evitare ulteriori problemi economici. È un compito arduo, ma l'Italia è pronta a fare la sua parte": ha detto Conte ribadendo la necessità di affrontare la terribile prova imposta dal Covid-19.

Usciremo dalla crisi solo concependo "un nuovo inizio", ponendo la persona al centro degli sforzi sulle sfide globali. E' questo uno dei concetti che Conte ha sottolineato, a quanto si apprende, nel corso della sessione di apertura del G20.

L'impegno italiano su queste prerogative continuerà con l'assunzione della Presidenza G20 per il prossimo anno: l'Italia promuoverà uno sforzo coordinato per superare la crisi economica, con particolare riguardo ai Paesi più vulnerabili, ha spiegato.

"Come presidenza del G20, l'Italia si concentrerà sul nesso clima-energia e su come realizzare una rapida transizione verso un futuro neutrale dal punto di vista climatico - ha aggiunto Conte - in questo contesto la nozione di economia circolare, sulla base della proposta saudita di una piattaforma di economia libera dal carbonio, avrà il suo peso rispetto a questa transizione".

Una transizione in uscita per Donald Trump, che non ha però rinunciato allo strappo: dopo aver abbandonato il meeting virtuale sabato per giocare a golf, il giorno successivo il presidente uscente si è espresso ancora una volta contro l'accordo di Parigi sul clima: "L'accordo di Parigi non è stato concepito per salvare l'ambiente. È stato progettato per uccidere l'economia americana. Mi sono rifiutato di rinunciare a milioni di posti di lavoro americani e di mandare miliardi di dollari americani ai peggiori inquinatori e aggressori dell'ambiente del mondo, e questo è quello che sarebbe successo".

Nonostante il colpo di coda dell'alleato Trump, il re saudita Salman ha espresso soddisfazione per la riuscita del vertice: "Abbiamo mantenuto il nostro impegno a lavorare - ha detto - per affrontare insieme le sfide che ci attendono, prima fra tutte quella della pandemia".