ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lituania: "Forti pressioni russe per il lancio della centrale nucleare bielorussa di Astravyets"

euronews_icons_loading
Lituania: "Forti pressioni russe per il lancio della centrale nucleare bielorussa di Astravyets"
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Questo venerdì inizia il caricamento del combustibile, nella prima unità della centrale nucleare bielorussa di Astravyets, che si trova al confine con la Lituania. E quest'ultima ha espresso le proprie preoccupazioni in merito, per i lavori svolti - secondo il parlamento lituano - troppo velocemente. Mancherebbero infatti le adeguate licenze.

Per i politici lituani, ci potrebbe essere lo zampino di un altro Paese: "La Bielorussia al momento potrebbe non essere d'accordo con il lancio della centrale nucleare, ma c'è una forte pressione da parte di una società di energia nucleare russa e pensiamo che nonostante tutto, questo impianto verrà aperto", dichiara Dainius Gaizauskas, presidente della commissione parlamentare lituana per la sicurezza nazionale e la difesa. "Proprio a causa della pressione messa dalla Russia".

L'impianto è stato costruito ad Astravyets, a circa 50 chilometri da Vilnius ed è visibile dalla capitale lituana. I residenti hanno già ricevuto compresse di iodio, da prendere in caso di un incidente nucleare.

La Lituania ha accusato la Bielorussia di aver violato vari trattati internazionali e di aver lanciato l'impianto senza le adeguate prove. Questa settimana Alexander Lukashenko ha rispedito al mittente le accuse, senza mezzi termini.