Il valore della Basilica di Santa Sofia

Il valore della Basilica di Santa Sofia
Diritti d'autore AP Photo
Di Marta BrambillaPanos KITSIKOPOULOS
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'inviato di Euronews Panos KIitsikopoulos, ci porta in una viaggio aIstanbul alla scoperta della meraviglia di Santa Sofia

PUBBLICITÀ

Nato a Costantinopoli, Istanbul, da dove se ne è andato in giovane età alla volta della Grecia, l'architetto e studioso Georgios Anapniotis ha dedicato più di 20 anni della sua vita a studiare il suo luogo di nascita. I suoi lavori contengono, tra le altre scoperte, una presentazione scientifica della catena che bloccava il passaggio nel Golfo del Corno D'oro.

Se gli si chiede di Santa Sofia, risponde che la sua grandezza supera qualsiasi altra iniziativa turca: "Prima di tutto, noi greci di Costantinopoli, che abbiamo vissuto all'ombra di Santa Sofia, anche con i quattro minareti, quando vi entravamo provavamo gioia e orgoglio. La struttura di Santa Sofia e le sue decorazioni circostanti, la fanno sembrare ancora oggi più grane e maestosa addirittura della Basilica di San Pietro. Questo capolavoro è sempre stao nei nostri cuori, e nonostante diventi una moschea, finchè Santa Sofia sarà al suo posto, Bisanzio sarà sempre lì"

Il presidente della Federazione Ecumenica dei Greci di costantinopoli, spiega a Euronews che la conversione di Santa Sofia in una moschea non aiuterà gli sforzi compiuti finora per allentare le tensioni, specie quelle religiose.

A parte tutto, ci sono anche conseguenze politiche devrivanti da questa mossa del governo turco che devono essere prese in considerazione.

Il presidente della Comunità Palestinese in Grecia, Abusabe, ha spiegato che convertire questo maestoso tempio in una moschea costituisce un pericolo per il terzo luogo sacro dell'Islam, la Moschea Al-Aqsa in Israele: "Ci spaventa questa mossa di Erdogan. E' come un via libera a Netanyahu per provare ad andare avanti con il piano di Israele di convertire la Moschea di Al-Aqsa".

La conversione di siti non musulmani in moschee è stata una pratica comune dal VII secolo. Ora, nel 2020, Erdogan decide di non riconvertire questo gioiello dell'architettura di valore universale, che è Santa Sofia in una moschea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia: due militanti pro-Gaza prendono ostaggi in una fabbrica del gruppo Procter & Gamble

Nato: il Parlamento turco approva l'adesione della Svezia

Guerra, migranti e rapporti commerciali: di cosa hanno discusso Meloni ed Erdogan