ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Polonia, caos sul voto di domenica

euronews_icons_loading
Polonia, caos sul voto di domenica
Diritti d'autore  Czarek Sokolowski/ Associated Press
Dimensioni di testo Aa Aa

A pochi giorni dalle elezioni presidenziali in Polonia, previste per il 10 maggio, regna l'incertezza sulla possibilità che, in piena pandemia, si possano effettivamente svolgere. Il governo di centrodestra spera di introdurre frettolosamente il voto per posta, ma l'approvazione in parlamento non è affatto scontata. Un clima che scoraggia anche i cittadini abituati ad andare a votare e in tanti si dicono certi comunque di restare a casa domenica prossima.

Secondo il progetto del governo, in pochi giorni si dovrebbe rendere possibile spedire la propria scheda per posta, ma per i partiti di centrosinistra che accusano il presidente uscente di autoritarismo, non ci sono le condizioni per un voto libero. Dello stesso avviso Katya Andruz, portavoce dell'ufficio OSCE di Varsavia: "Perché le elezioni siano democratiche è fondamentale un dibattito aperto e una vera campagna elettorale. Le restrizioni che sono state introdotte alla libertà di movimento e di incontro nei luoghi pubblici hanno reso di fatto la campagna elettorale impossibile".

Gli ultimi sondaggi danno in testa il presidente in carica, Andrzej Duda, che potrebbe farsi eleggere già al primo turno, con più del 50% dei voti. L'opposizione accusa il presidente di mettere a rischio la sicurezza sanitaria del paese, pur di ottenere un nuovo mandato.