ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Napoli da record: nuovo ospedale da campo in pochi giorni

euronews_icons_loading
Napoli da record: nuovo ospedale da campo in pochi giorni
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

L'eccellenza italiana si vede anche a Napoli, dove la lotta al Covid è progetto fatto con lungimiranza, anche perché l'epidemia lo ha concesso.

Con cifre che sostanzialmente risparmiavano la regione, la Campania il 18 marzo lanciava una gara d'appalto per la costruzione di tre ospedali da campo: a Napoli, nei pressi dell'Ospedale del Mare di Ponticelli, per 72 posti totali di terapia intensiva, e poi a Salerno e a Caserta. Non per rispondere a un'ermergenza, ma per non averla.

Appalto vinto da una società di Padova, la Med Health, capofila del progetto. Diciotto giorni fa venivano ordinati respiratori ed altri materiali in Cina, nel bel mezzo della lotta selvaggia internazionale per accaparrarsi i materiali. Dopo un primo inciampo da parte cinese, è già tutto arrivato. A Napoli intanto erano già stati ultimati i lavori preparatori. Materiale già tutto consegnato, scaricato dalle decine di camion e l'assemblaggio è immediatamente iniziato, tanto che al termine della prima giornata si parla di anticipo sul programma dei lavori.

Poche settimane fa il mondo celebrava la rapidissima costruzione di due ospedali a Wuhan, in un paio di settimane appena. Poi l'Italia è diventata la Cina e si è scoperta agile e capace: Milano, Bergamo, ora Napoli. I primi due per rispondere all'impatto improvviso e devastante che aveva saturato il sistema sanitario lombardo. In Campania il virus impatta più tardi, e probabilmente molto meno. Ma la rianimazione servirà per mesi. E quegli ospedali da campo servono proprio per non cadere nella trappola dell'emergenza. Inaugurazione prevista lunedì.