ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Khamenei: "Iran ingannato nell'accordo sul nucleare"

euronews_icons_loading
Khamenei: "Iran ingannato nell'accordo sul nucleare"
Diritti d'autore  Office of the Iranian Supreme Leader via AP
Dimensioni di testo Aa Aa

"L'accordo sul nucleare è un inganno. Sono Paesi al servizio degli Stati Uniti. Hanno guanti di seta su mani di ferro". La Guida suprema iraniana Ali Khamenei ha attaccato Germania, Francia e Regno Unito, per aver deciso di avviare il meccanismo di risoluzione delle dispute, a seguito della violazione dell'accordo sul nucleare da parte della Repubblica islamica, che si era impegnata a rallentare il processo d'arricchimento dell'uranio.

Khamenei, per la prima volta in otto anni, ha voluto guidare la preghiera del venerdì a Teheran. La notizia shock dell'abbattimento da parte della contraerea iraniana del velivolo Ukrainian Airlines con a bordo 176 persone e le manifestazioni che sono seguite con la richiesta di dimissioni rivolta a Khamenei, hanno inflitto un duro colpo alla leadership della Guida Suprema.

"Durante la guerra con l'Iraq, la Germania ha fornito a Saddam armi chimiche, la Francia gli ha mandato elicotteri per colpire le petroliere iraniane e la Gran Bretagna era al suo servizio con tutti i mezzi", ha detto Khamenei nel suo sermone.

E ancora: "Il dramma dell'aereo abbattuto non deve far dimenticare il sacrificio del generale Qassem Soleimani", ucciso dagli Stai Uniti. Donald Trump è un "pagliaccio" che finge di sostenere il popolo iraniano ma poi lo "colpirà alle spalle con un pugnale velenoso".

Tv locali hanno mandato in onda manifestazioni di piazza a sostegno di Khamenei.

La Germania ha ribadito che l'obiettivo è preservare l'accordo sul nucleare e convincere l'Iran a tornare al rispetto degli impegni presi.