Iraq, il popolo chiede la 'testa' del governo

Iraq, il popolo chiede la 'testa' del governo
Di Lara Vecchio
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non si placa l'ondata antigovernativa e per le strade della capitale è un'altro giorno di guerriglia. Oltre 250, a ottobre, le vittime degli scontri e della repressione.

PUBBLICITÀ

Lo stesso scenario di violenza che si ripropone da settimane, e che ha già lasciato una lunga scia di sangue. Sono oltre 250 i morti nell'ultimo mese di guerriglia. Ancora strade bloccate a Baghdad : i dimostranti antigovernativi sono tornati a manifestare accendendo fuochi e creando barricate con materiali di fortuna , vecchi pneumatici e filo spinato. Chiedono a gran voce le dimissioni del governo accusato di corruzione e aumento del costo della vita . proteste che nell'ultimo mese sono costate la vita a oltre 250 i manifestanti .

"Vogliamo i nostri diritti perché non abbiamo niente, né lavoro, né altro. I privilegi sono solo per i partiti politici. Oggi abbiamo chiuso tutte le strade e stasera torneremo in piazza aTahrir " gridano i manifestanti davanti alle tlecamere che seguono l'evolversi della protesta. 

Il primo ministro iracheno Adel Abdul-Mahdi ha riunito in un incontro i responsabili della sicurezza per valutare eventuali interventi nelle prossime ore.

Le proteste in Iraq , la repressione sempre più violenta, ma anche manifestazioni simili in Libano, rappresentano una sfida anche  per l'Iran, che sostiene da vicino entrambi i governi .

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

In Iraq si manifesta e si muore ogni giorno da un mese a questa parte

In Iraq massacro di manifestanti

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria