EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Eurovision, Islanda multata per le sciarpe palestinesi durante la finale di Tel Aviv

Eurovision, Islanda multata per le sciarpe palestinesi durante la finale di Tel Aviv
Diritti d'autore Reuters/Ronen Zvulun
Diritti d'autore Reuters/Ronen Zvulun
Di Lillo Montalto MonellaAFP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Le avevano esposte gli Hatari, collettivo di arti performative che si auto-definisce "BDSM, tecno-distopico e anti-capitalista". C'era da aspettarselo: sono noti per le loro posizioni contrarie all'occupazione israeliana nei territori palestinesi.

PUBBLICITÀ

L'Islanda ha ricevuto una multa dagli organizzatori dell'Eurovision Song Contest perché - durante la finalissima di Tel Aviv - la band che rappresentava l'isola, il collettivo bondage-sadomaso Hatari, ha esposto delle sciarpe in sostegno della causa palestinese.

La decisione della European Broadcasting Union, che organizza il concorso, è stata resa nota tramite un comunicato. Nella dichiarazione si legge che il gesto ha violato le regole del concorso che proibiscono gesti di natura politica. 

L'articolo 2.6 stabilisce infatti che "le emittenti partecipanti assicurano che siano prese tutte le misure necessarie all'interno delle rispettive delegazioni e squadre per garantire che l'European Song Contest non venga in nessun caso politicizzato e/o strumentalizzato".

Gli Hatari, collettivo di arti performative che si auto-definisce "BDSM, tecno-distopico e anti-capitalista", sono noti per le loro posizioni contrarie all'occupazione israeliana nei territori palestinesi.

Non è stato specificato l'ammontare della multa per l'emittente pubblica islandese, ma si è detto che è "in linea con le regole della concorrenza". L'ammenda è arrivata in seguito ad un appello.

Euronews ha contattato l'emittente pubblica islandese per un commento ma è ancora in attesa di risposta. Anche la grande ospite della serata finale, Madonna, aveva suscitato polemiche per aver fatto ballare due dei ballerini con una bandiera israeliana e una palestinese sul retro dei propri costumi. 

"E' stato un errore", disse il ministro della cultura israeliano Miri Regev ai giornalisti. "Non si possono mescolare politica ed eventi culturali, con tutto il dovuto rispetto per Madonna".

Israele si è guadagnata il diritto di ospitare la finale del concorso 2019 dopo la vittoria della cantante Netta Barzilai dell'anno precedente. Il prossimo anno l'Eurovision Song Contest si terrà nei Paesi Bassi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svezia: a Malmö cani e furetti a caccia di topi in vista dell'Eurovision 2024

Eurovision, Israele presenta una nuova canzone dopo le accuse di politicizzazione

Sanremo: dal Mengoni show a Dargen che chiede il cessate il fuoco a Gaza, la prima serata