Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì settembre 2019

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì settembre 2019
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel nostro tg l’orrore dei centri libici almeno per un giorno al centro del dibattito dopo la morte di un uomo sudanese, un migrante, ucciso a colpi di arma da fuoco dopo essere stato riportato indietro. La situazione nel Paese africano è fuori controllo, c’è anche un’epidemia di febbre gialla a Derna, ha fatto già delle vittime; dopo mesi di guerra la comunità internazionale ancora non sa come agire anche se a ottobre si terrà una conferenza a Berlino e oggi è arrivata la dura condanna della commissione per l’assassinio a freddo del sudanese.

In Israele nessuno dopo le elezioni di tre giorni fa ha la maggioranza per governare e una serie di veti incrociati sembrano impedire al momento alleanze tra le forze politiche; domenica come da prassi via alle consultazioni; Gantz il leader di blu-bianco che è uscito dal voto in lieve vantaggio rispetto a Netanyahu, andrà per primo dal presidente.

L’Africa è il continente che più subirà il cambiamento climatico e infatti anche nei Paesi africani oggi migliaia di persone hanno sfilato a difesa dell’ambiente. Oggi si è aperta una settimana di mobilitazione per il clima. In Europa massicce le manifestazioni ma quello che colpisce per imponenza, più di tutto, è il pacchetto annunciato dalla Germania per il clima: 100 miliardi da qui al 2030. La notizia arriva mentre la BCE, e diverse cancellerie europee, chiedono a Berlino di investire il suo surplus commerciale, chissà forse è proprio l’ambiente la voce su cui Merkel vuole dirottarlo blindandosi dalle critiche, vista la comune preoccupazione per il futuro del pianeta.

Un avvocato è stato ucciso a sangue freddo ad Amsterdam gettando la città nel terrore. L’uomo difendeva il principale pentito in un importante processo legato al traffico di droga: 5 omicidi 16 imputati tra cui due superricercati. Eppure non siamo in America latina ma in Europa, in una parte del vecchio continente, però, dove il traffico di coca attraverso i porti di Rotterdam e Anversa è sempre più importante.

I rider: sulla carta sono lavoratori autonomi, di fatto sono spesso trattati come dipendenti, spesso sfruttati. Vi proponiamo un approfondimento sui rider, recentemente regolarizzati in California ma nel vecchio continente, soprattutto in Italia, ancora nel limbo.

Ora vediamo le spettacolari immagini delle esercitazioni militari congiunte tra diversi Paesi asiatici a Orenburg in Russia. Insieme ai russi c’era anche un altro gigante: la Cina; in occasione delle esercitazioni il Cremlino ha spostato contingenti armati verso il confine con l’Ucraina cosa che ha destato sospetti ...