Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Usa: si è chiuso il summit sulla sicurezza nucleare

Usa: si è chiuso il summit sulla sicurezza nucleare
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Contrastare la proliferazione di armi atomiche, vigilare sul materiale radioattivo esistente ed evitare che venga usato per attentati terroristici. È l’impegno con cui si è chiuso il quarto summit sulla sicurezza nucleare voluto da Barack Obama, al quale hanno partecipato leader di oltre 50 Paesi.

“Nel mondo c‘è ancora una grande quantità di materiale nucleare e radioattivo che deve essere messa al sicuro” ha sottolineato il presidente statunitense. “I depositi di plutonio stanno aumentando, in alcuni Paesi gli arsenali nucleari si stanno estendendo e ci sono più armi nucleari tattiche piccole che rischiano di essere rubate.”

“Ho invitato tutti i Paesi rappresentati in questo summit” ha continuato Obama “ad aderire a una discussione più ampia tra i rispettivi servizi di intelligence e di sicurezza su come possiamo migliorare lo scambio di informazioni all’interno e tra le nostre nazioni per prevenire attacchi terroristici, specialmente quelli con armi di distruzione di massa.”

Il vertice si è svolto mentre l’inchiesta sugli attentati di Bruxelles ha rivelato che i presunti terroristi avevano spiato centrali nucleari in Belgio.

Il summit è stato accompagnato da manifestazioni contro le armi atomiche e le politiche di alcuni Paesi partecipanti.
Militanti per i diritti del Tibet hanno protestato contro il leader cinese Xi Jinping, mentre altri dimostranti sostenevano Pechino.
Proteste anche contro il premier indiano Narendra Modi.