Cinque chiese europee che non tutti conoscono, per le quali vale la pena prenotare un viaggio

Con storie avvincenti e splendori artistici, molte chiese sono diventate templi della cultura oltre che luoghi sacri
Con storie avvincenti e splendori artistici, molte chiese sono diventate templi della cultura oltre che luoghi sacri Diritti d'autore freysteinn-g-jonsson
Di Rebecca Ann Hughes
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Non solo Venezia, Roma e Parigi: ecco cinque chiese in Europa che vi faranno venire voglia di prenotare un viaggio per visitarle

PUBBLICITÀ

La stravagante chiesa della Sagrada Familia di Barcellona è frequentata da quasi quattro milioni di visitatori all'anno. Gli edifici religiosi rappresentano alcune delle principali attrazioni turistiche delle città europee, come la Basilica di San Pietro a Roma, l'Abbazia di Westminster a Londra o la Cattedrale di Colonia.

Tra storie avvincenti e splendori artistici, sono diventati templi della cultura oltreché luoghi sacri. Vi proponiamo peròaltre chiese d'Europa ricche d'arte che potreste conoscere meno, e che però vale la pena visitare.

Ammirate i mosaici bizantini a Ravenna

Se Venezia è stata eliminata dagli itinerari delle navi da crociera, i passeggeri potrebbero attraccare a Ravenna, in Emilia Romagna. Di dimensioni modeste e rilassante per un weekend, la città sorprende i visitatori con la sua storia di capitale dell'Impero Romano d'Occidente nel V secolo e con gli ipnotici mosaici bizantini.

Otto edifici religiosi costituiscono i Monumenti Paleocristiani di Ravenna, Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, ognuno dei quali è ornato in modo straordinario. All'interno della Basilica di San Vitale, i visitatori possono ammirare scene di episodi dell'Antico Testamento e angeli, mentre gli sgargianti mosaici della Basilica di Sant'Apollinare Nuovo raffigurano re magi carichi di gioielli e fanciulle dai vestiti sfarzosi.

Scoprite le chiese rupestri affrescate in Cappadocia

La Cappadocia è molto più di uno spettacolo di mongolfiere. La regione centrale della Turchia è costellata di resti di antiche comunità rupestri, in alcune delle quali è ancora possibile soggiornare. Una delle città rupestri più ben conservata è oggi un museo all'aperto. Parliamo di Göreme, con chiese e monasteri scavati nella roccia e dipinti con colori vivaci.

La Tokalı Kilise (Chiesa della Fibbia) contiene affreschi dell'XI secolo con scene bibliche su uno sfondo di lapislazzuli blu brillante, mentre la Karanlık Kilise (Chiesa Oscura) presenta alcune delle pitture murali bizantine meglio conservate della Cappadocia grazie alla mancanza di luce solare.

Un tuffo nella storia alla Cattedrale di Durham

Sopra gli alberi e le case della città di Durham, nel nord dell'Inghilterra, si erge la colossale forma turrita della sua cattedrale. Costruita tra l'XI e il XIII secolo, la cavernosa struttura in pietra è un modello di architettura romanica, con il soffitto della navata centrale che è il primo esempio sopravvissuto di volta a sesto acuto.

La cattedrale ospita le reliquie di San Cuthbert, patrono della Northumbria, e del Venerabile Beda, monaco e studioso inglese. Insieme al castello adiacente, è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanitàdall'Unesco, poiché considerata il più grande e migliore esempio di architettura normanna.

Ammirate i mosaici dorati della Cattedrale di Cefalù

La città costiera di Cefalù, nel nord della Sicilia, è considerata uno dei borghi più belli d'Italia ed è rinomata per la sua cattedrale normanna simile a una fortezza.

Una veduta della città di Cefalù, in Sicilia
Una veduta della città di Cefalù, in SiciliaAntonio Sessa

Parte del sito arabo-normanno Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, insieme ad altre strutture nella vicina Palermo, la chiesa del XII secolo è fiancheggiata da massicce torri gemelle e decorata con archi a sesto acuto intrecciati.

All'interno, la parte inferiore dell'abside brilla con mosaici dorati che rappresentano un gigantesco Cristo Pantocratore.

Esplorate una moschea trasformata in chiesa a Córdoba

Situata nella regione andalusa della Spagna, Córdoba fu un importante insediamento romano e poi un importante centro islamico nel Medioevo. È in quest'ultimo periodo che fu costruita la Mezquita della città, una vasta moschea caratterizzata da un'impressionante serie di arcate a doppio ordine, a strisce rosse e crema.

Quando Córdoba fu conquistata dalle forze cristiane nel XIII secolo, la moschea iniziò la sua trasformazione in cattedrale. Nei quattro secoli successivi, l'edificio subì importanti modifiche e aggiunte, come la sontuosa Cappella Reale instile Mudéjar e l'intricata navata gotica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turismo: nel 2024 più viaggi in Europa meglio se sostenibili

Venezia introduce nuovi limiti al turismo: vietati gruppi superiori a 25 persone

Ecco le regole contro il turismo di massa più strane d'Europa