EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Francia, incendio nei Pirenei orientali: oltre 3mila campeggiatori evacuati

Campeggi vicini a Saint-Andre
Campeggi vicini a Saint-Andre Diritti d'autore Raymond ROIG / AFP
Diritti d'autore Raymond ROIG / AFP
Di Ally Wybrew
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Migliaia di residenti e villeggianti sono stati costretti ad abbandonare le loro case e i loro campeggi a causa di un incendio che si è diffuso nel sud-ovest della Francia

PUBBLICITÀ

Ancora allarme incendi a causa anche del caldo torrido. Un rogo scoppiato nella regione dei Pirenei ha colpito città al confine tra Francia e Spagna, causando evacuazioni di massa.

Oltre 3.000 turisti e abitanti del luogo sono stati allontanati da quattro campeggi e due complessi residenziali vicino a Saint-André e Argelès-sur-Mer, a sud della città di Perpignan, mentre i vigili del fuoco cercavano di contenere le fiamme.

Il fuoco ha raggiunto le aree popolate dopo essersi propagato per 500 ettari di terreno nella regione dei Pirenei-Orientali, una delle zone più colpite dalla siccità di quest'anno. Per spegnere l'incendio sono stati impiegati centinaia di vigili del fuoco e diversi canadair.

L'incendio si è propagato molto rapidamente a causa delle alte temperature e dei venti che hanno raggiunto gli 80 chilometri orari. Diciassette vigili del fuoco sono rimasti feriti, uno è stato ricoverato in ospedale.

Trenta case, un campeggio e un magazzino sono stati danneggiati, le strade sono state bloccate e i servizi ferroviari tra Perpignan e il confine spagnolo sono stati temporaneamente sospesi.

Daniel Cole/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
The Serre-Poncon hydroelectric dam is pictured in France, Tuesday, May 2, 2023.Daniel Cole/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

L'incendio francese è sotto controllo, ma potrebbero essercene altri

Martedì la maggior parte dei vacanzieri è potuta rientrare nei propri campeggi, dopo che i soccorsi sono riusciti a contenere l'incendio. Tuttavia, non si escludono ulteriori focolai.

L'alto funzionario regionale Rodrigue Furcy ha dichiarato a una radio locale francese che "l'incendio è stato circoscritto", ma l'area è rimasta "sotto stretta sorveglianza e i vigili del fuoco stanno ancora combattendo le fiamme".

Il ministro dell'Interno Gérald Darmanin ha chiesto "alla popolazione e ai turisti di essere estremamente vigili".

Le autorità sono in stato di massima allerta perché in molte regioni del Paese è prevista un'altra ondata di caldo estremo.

Nelle regioni della Savoia e dell**'Alta Savoia**, al confine tra Francia e Svizzera, è stata diramata l'allerta arancione (il livello inferiore all'allerta massima), mentre nei dipartimenti dell'Ain e dell'Isère si prevede afa record. Anche nel dipartimento del Rodano la situazione non è migliore.  

Per la regione dei Pirenei Orientali si prevedono temperature ancora più elevate nel corso della settimana, con picchi fino a 39 gradi a causa di un vento caldo da sud in arrivo dalle montagne.

Daniel Cole/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
A stranded sail boat with a sign reading "for sale" lies above the water line at the Serre-Poncon resevoir in FranceDaniel Cole/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Cosa sta succedendo in Francia?

L'anno scorso la Francia ha registrato l'anno più caldo in assoluto e quest'anno quasi un terzo dell'Europa è stato classificato in stato di crisi dall'Agenzia europea per la siccità.

Molti Paesi dell'Europa meridionale sono stati colpiti da incendi e ondate di calore a causa del fenomeno El Niño e del riscaldamento globale. Queste temperature insolite hanno così condizionato i viaggi in alcune aree.

Proprio questa settimana 300.000 residenti francesi sono rimasti con forniture d'acqua intermittenti a causa della siccità che affligge le aree meridionali del Paese. Anche i Pirenei soffrono da mesi di un forte caldo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Esplosione a San Cristóbal, i morti salgono a 27, le fiamme ancora bruciano. 59 i feriti

Barcellona potrebbe vietare souvenir sessisti e di cattivo gusto

Sicilia, Sambuca torna a mettere all'asta le sue case disabitate: 3 euro il prezzo di partenza