EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La sinistra francese si mobilita in vista del secondo turno delle legislative

Manifestanti si riuniscono dopo i risultati elettorali francesi del primo turno delle elezioni legislative.
Manifestanti si riuniscono dopo i risultati elettorali francesi del primo turno delle elezioni legislative. Diritti d'autore Euronews/Lauren Chadwick
Diritti d'autore Euronews/Lauren Chadwick
Di Lauren Chadwick
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Domenica un gruppo di manifestanti di sinistra si è riunito a Place de la République, a Parigi, dopo l'annuncio dei risultati del primo turno che hanno visto una larga vittoria dell'estrema destra, guidata dal Rassemblement National

PUBBLICITÀ

Domenica sera gli elettori francesi di sinistra si sono riuniti con i leader della coalizione del Nuovo Fronte Popolare (NFP) a Place de la République, a Parigi, per un incontro post-elettorale che si è trasformato in una protesta di massa contro l'estrema destra.

La coalizione di sinistra si è classificata seconda al primo turno delle elezioni legislative, alle spalle dell'estrema destra del Rassemblement National. "Sono sconfortato. Mi sento un po' come se stessi per piangere. O venivo a protestare o stavo a casa a piangere. Mi vergogno molto", ha dichiarato la 22enne Eugénie a Euronews.

I suoi commenti sono stati ripresi da altri giovani manifestanti della capitale, che hanno detto di aver deciso di partecipare all'incontro del NFP perché scioccati e turbati dai risultati. I giovani attivisti di uno dei partiti della coalizione, La France Insoumise (LFI), hanno dichiarato che si aspettavano questo risultato e di essere ora concentrati sul secondo turno delle elezioni del 7 luglio.

"Sono spaventato da ciò che potrebbe accadere tra una settimana ma il mio stato d'animo è quello della lotta. Sono combattivo. Abbiamo ancora una settimana per recuperare e non è impossibile", ha dichiarato a Euronews Jeroen Atputharajah, attivista 21enne ed ex candidato locale di LFI nella periferia di Parigi.

Occhi puntati sul secondo turno

Tara Varma, visiting fellow del centro di ricerca Brookings Institution ed esperta di politica francese, ha affermato che i risultati sono stati buoni per la sinistra, ma che la coalizione è ancora molto indietro rispetto all'estrema destra.

"L'obiettivo della coalizione di sinistra era quello di superare il RN, ma per il momento non è stato così", ha dichiarato Varma. Sarah Legrain, una candidata del NFP che è stata eletta domenica nel suo collegio elettorale di Parigi, ha dichiarato ai giornalisti che le elezioni non sono finite e che la coalizione è concentrata sul secondo turno.

"Penso che la mobilitazione e la partecipazione elevata dimostrino che ci sono molte persone decise a votare, persone provenienti da quartieri svantaggiati e giovani - ha detto Legrain - Queste persone determineranno il risultato del secondo turno, e a loro dico: dateci una maggioranza per il Nuovo Fronte Popolare".

I partiti della coalizione di sinistra hanno chiesto rapidamente un "fronte repubblicano" contro l'estrema destra, dichiarando che avrebbero ritirato dal ballottaggio i propri candidati arrivati terzi, in modo da evitare di disperdere i voti contro il RN.

Una manifestante espone un cartello contro il Rassemblement National
Una manifestante espone un cartello contro il Rassemblement NationalEuronews/Lauren Chadwick

Varma ha dichiarato che il numero di circoscrizioni con più di due candidati è molto più alto rispetto al 2022 e che quindi dovranno decidere cosa fare caso per caso. Saranno decisivi i colloqui con la coalizione del presidente Emmanuel Macron: i voti dei suoi sostenitori potrebbero determinare l'esito del secondo turno.

La coalizione del presidente ha chiesto un "fronte repubblicano", ma alcuni ministri, come Aurore Bergé, hanno invitato gli elettori a non votare né per il RN né per l'LFI. Younous Omarjee, membro di sinistra del Parlamento europeo proveniente dal territorio francese di La Réunion, ha dichiarato a Euronews che la coalizione è chiara sul fatto che non un solo voto dovrebbe andare al RN. "Abbiamo l'opportunità di contrastare l'arrivo dell'estrema destra al potere in Francia. Penso sia possibile farlo", ha detto Omarjee.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, la candidata di Renaissance Yaël Braun-Pivet rieletta presidente dell'Assemblea nazionale

Guerra in Ucraina: i residenti di Kamianka cercano di ricostruire le loro vite

Regno Unito,"si torna sul palcoscenico europeo" dice il ministro Nick-Thomas Symonds