EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Paesi Bassi, hacker filorussi attaccano siti dei partiti olandesi nel primo giorno delle elezioni Ue

Geert Wilders del PVV, o Partito per la Libertà, uno dei partiti presi di mira dall'attacco informatico.
Geert Wilders del PVV, o Partito per la Libertà, uno dei partiti presi di mira dall'attacco informatico. Diritti d'autore Peter Dejong/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Peter Dejong/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Mared Gwyn JonesEuronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I siti web di almeno tre partiti politici olandesi sono stati presi di mira giovedì mentre gli elettori olandesi, i primi a votare nel blocco, si recavano alle urne per rinnovare il Parlamento europeo. Sarebbe stato attaccato anche il sito web della Corte dei conti europea

PUBBLICITÀ

Un gruppo di hacker pro Cremlino ha rivendicato la responsabilità di quello che sembra essere un attacco coordinato ai siti web dei partiti politici olandesi e delle istituzioni dell'Ue nel primo giorno delle elezioni europee.

Almeno tre partiti politici olandesi - l'Alleanza cristiano-democratica (Cda), il Partito per la libertà (Pvv) e il Forum per la democrazia (Fvd) - hanno dichiarato che giovedì i loro siti web sono stati presi di mira da attacchi informatici.

HackNeT, un gruppo di hacker che lavorerebbe in coordinamento con i servizi segreti russi, ha rivendicato la responsabilità dell'attacco sul suo canale Telegram, confermando di aver preso di mira "l'infrastruttura Internet dell'Europa per segnare l'inizio delle votazioni per le elezioni del Parlamento europeo".

Il gruppo ha aggiunto di aver colpito anche il Partito politico riformato olandese (Sgp) e la Corte dei conti europea (Cce). Il sito web della Cce è apparso inattivo nel pomeriggio di giovedì.

L'Appello cristiano-democratico (Cda), affiliato al gruppo parlamentare Partito popolare europeo (Ppe), di centro-destra, ha dichiarato in un comunicato su X che il suo sito web era "temporaneamente meno accessibile" a causa di un "grave" attacco Ddos (Distributed denial of service).

Anche il leader del partito di destra Forum per la democrazia (Fvd), Thierry Baudet, si è affidato a X per annunciare che il sito web del suo partito era fuori uso. Baudet ha dichiarato che "l'intera squadra sta facendo gli straordinari per respingere l'attacco", aggiungendo: "Russia?". Anche il sito web del Partito per la Libertà (Pvv) di Geert Wilders era inagibile.

Elezioni europee: preoccupano le ingerenze straniere

La notizia giunge tra le crescenti preoccupazioni che l'elezione per il Parlamento europeo - il più grande scrutinio transnazionale della storia - sia vulnerabile agli sforzi di attori stranieri per sovvertire il voto.

Mercoledì i funzionari dell'Ue hanno dichiarato di considerare "critiche" le 72 ore che precedono il voto, aggiungendo di aver mobilitato squadre di allerta rapida addestrate a rispondere a qualsiasi minaccia, dagli attacchi informatici alle campagne di disinformazione coordinate.

I funzionari hanno aggiunto che in diversi Paesi membri - tra cui Italia, Spagna, Germania e Polonia - negli ultimi giorni sono state individuate campagne volte a diffondere disinformazione sul voto, tra cui tentativi di dissuadere gli elettori dal recarsi alle urne o di incoraggiarli a invalidare il proprio voto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Ue: tutto quello che c'è da sapere sulla campagna elettorale in Francia

Elezioni europee: urne aperte nei Paesi Bassi, cittadini al voto per il rinnovo dell'Europarlamento

Paesi Bassi, designato il nuovo primo ministro: è Dick Schoof, ex capo dei servizi segreti olandesi