EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

In Germania inizia il processo per il colpo di stato dei "Reichsbürger" di estrema destra

FILE - Agenti di polizia in piedi accanto a una proprietà perquisita a Francoforte durante un raid contro i cosiddetti "cittadini del Reich" a Francoforte, Germania, il 7 dicembre 2022.
FILE - Agenti di polizia in piedi accanto a una proprietà perquisita a Francoforte durante un raid contro i cosiddetti "cittadini del Reich" a Francoforte, Germania, il 7 dicembre 2022. Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Il sedicente principe Heinrich XIII, una giudice ed ex ufficiali militari avrebbero pianificato di rovesciare con la forza il governo e reinstaurare l'Impero tedesco pre Prima guerra mondiale. Costruito un tribunale speciale per ospitare il gran numero di imputati, avvocati e media coinvolti

PUBBLICITÀ

Martedì, in un contesto di grande interesse mediatico e politico, è iniziato a Francoforte il processo ai presunti leader di un complotto estremista per rovesciare il governo tedesco. Il procedimento è uno dei tre in cui è stato diviso il caso che ha sconvolto il Paese alla fine del 2022 e che complessivamente coinvolge 26 imputati e 260 testimoni.

Davanti ai giudici del tribunale di Francoforte si trovano il sedicente principe Heinrich XIII, un aristocratico agente immobiliare che il gruppo avrebbe pianificato di insediare come nuovo leader della Germania, la sua fidanzata russa e altri sette imputati. 

I sospettati fanno tutti parte del movimento dei Reichsbürger, o "Cittadini del Reich",un gruppo di nostalgici che comprende monarchici, estremisti di destra e antisemiti. Tra loro ci sono anche personaggi di alto profilo, come Birgit Malsack-Winkemann, giudice ed ex legislatrice del partito di estrema destra Alternativa per la Germania, ed ex ufficiali militari tedeschi. 

La maggior parte degli imputati è accusata di appartenere a un'organizzazione terroristica e di alto tradimento. Il principe Heinrich e un altro sospettato, un ex paracadutista, sarebbero stati i capi del gruppo. 

Le forze di polizia hanno arrestato il gruppo nel dicembre 2022, prendendo d'assalto case, agenti e una remota casa di caccia. Gli investigatori li avevano monitorati per mesi.

Il mega processo potrebbe durare fino al 2025 ed è stato costruito un tribunale speciale temporaneo per ospitare il gran numero di imputati, avvocati e media coinvolti. Il primo processo è iniziato il 29 aprile a Stoccarda: alla sbarra nove uomini considerati il braccio armato dell'organizzazione. L'ultimo inizierà a Monaco il 18 giugno. 

Il piano di colpo di Stato

Secondo i procuratori il gruppo aveva progettato di ripristinare l'Impero tedesco precedente alla Prima guerra mondiale e di "eliminare con la forza l'ordine statale esistente", con Heinrich XIII come nuovo imperatore.

I magistrati sostengono che il gruppo aveva pianificato di assaltare il Reichstag di Berlino con un supporto armato, arrestare i legislatori e mostrare un cancelliere Olaf Scholz incatenato alla televisione tedesca. Speravano di ottenere il sostegno dell'opinione pubblica per il loro colpo di Stato.

Secondo i pubblici ministeri i complottisti intendevano negoziare un ordine post-golpe con la Russia. Il principe Heinrich XIII, 72 anni, avrebbe tentato di contattare funzionari russi nel 2022 per ottenere il sostegno di Mosca. Non è chiaro se la Russia abbia risposto.

FILE - Masked police officers lead Heinrich XIII Prince Reuss, right, to a police vehicle during a raid against so-called 'Reich citizens' in Frankfurt, Germany, 7/12/23.
FILE - Masked police officers lead Heinrich XIII Prince Reuss, right, to a police vehicle during a raid against so-called 'Reich citizens' in Frankfurt, Germany, 7/12/23.Boris Roessler/(c) Copyright 2022, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten

I complottisti avrebbero avuto a disposizione circa 500mila euro e un arsenale di 380 armi da fuoco e quasi 350 armi da taglio, oltre a giubbotti antiproiettile e manette.

I procuratori affermano che avevano stilato "liste di nemici" da utilizzare quando avrebbero preso il controllo delle autorità regionali e locali. I membri del gruppo erano "consapevoli che la prevista presa di potere sarebbe stata collegata all'uccisione di persone", spiegano i pm. 

La minaccia dell'estremismo di estrema destra cresce in Germania

I funzionari tedeschi hanno avvertito che gli estremisti di estrema destra rappresentano la più grande minaccia per la sicurezza del Paese. Questa minaccia è stata evidenziata dall'uccisione di un politico regionale e dal tentativo di attacco a una sinagoga nel 2019.

Un anno dopo, estremisti di estrema destra hanno partecipato a una protesta contro le restrizioni del Covid-19 e hanno tentato - senza riuscirci - di entrare nel Parlamento di Berlino.

A gennaio una notizia secondo cui gli estremisti si sarebbero incontrati per discutere della deportazione di milioni di immigrati, compresi alcuni con cittadinanza tedesca, ha scatenato proteste di massa contro l'ascesa dell'estrema destra.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: il governo tedesco sta prendendo sul serio l'ascesa dell'estrema destra?

Germania, si apre processo contro i Cittadini del Reich per un tentato colpo di Stato

Germania, ancora seimila persone in piazza contro l'estrema destra