Germania, proteste in Parlamento e nelle piazze contro l'Afd. Il Governo: "Ideali nazisti"

Proteste contro l'estrema destra questa settimana in Germania
Proteste contro l'estrema destra questa settimana in Germania Diritti d'autore Screenshot via EBU
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A una settimana dalla notizia che alcuni membri del partito di estrema destra hanno partecipato alla progettazione della deportazione di massa di immigrati e cittadini tedeschi, non si placa la polemica. Decine di migliaia le persone scese in piazza

PUBBLICITÀ

La coalizione di governo tedesca ha accusato il partito di estrema destra Alternativa per la Germania (Afd) di sostenere gli ideali nazisti

È passata più di una settimana dalla pubblicazione dell'inchiesta della rete di giornalismo investigativo Correctiv - che ha rivelato il coinvolgimento di alcuni membri del partito estremista nella discussione di un progetto per la deportazione di massa di centinaia di migliaia di immigrati e cittadini tedeschi -  ma non si è placata la polemica nei confronti dell'estrema destra, nei palazzi della politica ma anche nelle piazze. 

Lo scandalo ha infatti sconvolto l'opinione pubblica, toccando un nervo chiaramente scoperto. Decine di migliaia di persone hanno protestato ogni sera dalla pubblicazione della notizia in diverse città della Germania.

Giovedì al Bundestag Lars Klingbeil, capogruppo parlamentare del Spd, partito del cancelliere tedesco Olaf Scholz, ha accusato l'Afd di dissimulare e nascondere all'elettorato le sue reali intenzioni:

"Siete un lupo travestito da pecora, ma vi dico che la vostra facciata comincia a incrinarsi. Il vero volto dell'Afd sta venendo fuori per tutti e noi chiariremo che tipo di ideologia state perseguendo", ha detto.

La ministra degli Interni Nancy Faeser ha dichiarato ai giornalisti che c'è stato un "chiaro tentativo di definire etnicamente chi appartiene alla Germania", palesando il perseguimento deliberato di ideologie naziste.

Le reazioni della politica

La notizia sui piani di esponenti istituzionali e non dell'estrema destra tedesca ha suscitato un'ampia condanna da parte dei leader politici, che questa settimana hanno discusso della possibilità di chiedere alla Corte costituzionale di mettere al bando l'Afd, anche se molti temono che il partito potrebbe trarre vantaggio dal ritrarsi come vittima dell'establishment in caso di una mancata condanna. 

L'Afd, che è al secondo posto nei sondaggi nazionali, ha negato che i piani siano parte della politica di partito. Tuttavia il capo dello spionaggio interno tedesco Thomas Haldenwang ha messo in guardia da movimenti estremisti all'interno del partito, che è sotto sorveglianza di sicurezza,invitato la "maggioranza silenziosa" a svegliarsi.

Il cancelliere Olaf Scholz, che ha personalmente partecipato a una delle manifestazioni organizzate nella città di Postdam in compagnia della ministra degli Esteri Annalena Baerbock, si è più volte rivolto alla popolazione appellandosi alla difesa della democrazia. 

"Gli estremisti di destra stanno attaccando la nostra democrazia. Siamo tutti chiamati a prendere una posizione chiara: per la nostra Germania democratica. E per i nostri oltre 20 milioni di amici, colleghi di lavoro e vicini con un passato di migrazione", ha detto venerdì in un video pubblicato su X, precedentemente noto come Twitter.

Già mercoledì aveva scritto: "Sono grato che decine di migliaia di persone siano scese in piazza in Germania negli ultimi giorni per protestare contro il razzismo, la plebaglia e per la nostra democrazia liberale. Questo ci dà coraggio e dimostra che siamo molto più democratici di coloro che cercano di dividere". 

Nella stessa giornata si era espresso anche il vice cancelliere e ministro dell'Economia del Paese Robert Habeck, che ha affermato che l'Afd sta progettando di trasformare la Germania in uno Stato autoritario simile alla Russia e che il pericolo che il partito rappresenta per la democrazia tedesca è stato gravemente sottovalutato.

Habeck è apparso sostenere le richieste di mettere fuori legge il partito, pur sottolineando i rischi di una tale mossa che potrebbe "ritorcersi pericolosamente contro" se fallisse.

Gli altri appelli alla difesa della democrazia

Appelli simili a quello del cancelliere tedesco sono arrivati da diverse figure della coalizione di governo. 

Sempre Lars Klingbeil, presidente dei socialdemocratici in Parlamento, ha invitato "tutte le persone ragionevoli" che finora non si sono espresse contro l'AfD ad "alzare il volume".

Katharina Dröge, leader parlamentare dei Verdi, ha dichiarato alla rete televisiva Rnd: "Siamo tutti chiamati ora, nella nostra vita privata, sul posto di lavoro, nello sport, quando facciamo la spesa, a dire chiaramente che votare per l'Afd significa votare per gli estremisti di destra, che rappresentano una minaccia per la democrazia".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Vienna: proteste contro il ballo organizzato dall'estrema destra

Germania, in 150mila chiedono misure contro l'estrema destra

La Germania si esercita a una guerra potenziale tra la Nato e la Russia